Incidenti stradali: statistiche, attulità, cronaca delle ultime ore
incidenti stradali

Incidenti stradali. occhi aperti soprattutto d'estate


Avatar di Marco Congiu , il 30/07/18

3 anni fa - Inizio del periodo caldo dell'esodo vacanziero tinto di rosso

Le ultime ore si sono inte di sangue sulle strade italiane. Gravi incidenti a Salerno e in Piemonte

FATTI TRAGICI Le strade italiane tornano a tingersi di sangue. Nelle ultime ore sono stati due gli incidenti gravi: il primo a Salerno, in via Benedetto Croce, mentre il secondo a Torino, sulla strada Altessano. Ma , purtroppo, non sono stati i soli, complice anche il primo week end di esodo dovuto alle ferie.

AUTO E MOTO La dinamica dei fatti, negli avvenimenti di cronaca che vi abbiamo indicato, ci parla di motociclisti ancora una volta tra le parti più deboli e indifese delle strade: nel caso di Salerno due ragazzi hanno riportato conseguenze gravi dopo uno schianto in via Benedetto Croce, mentre nel capoluogo piemontese a perdere la vita è stato un motociclista a seguito di uno scontro con un'auto ad un incrocio semaforico. In entrambe le circostanze sono ancora da chiarire le dinamiche dei fatti.

VEDI ANCHE



I NUMERI Con l'arrivo dell'estate crescono, oltre le temperature, anche le auto e le moto in movimento. Nel week end del 20-22 luglio si è raggiunto il nuovo record di incidenti e di numero di morti da 3 anni a questa parte: 710 sinistri e 29 decessi. Il trend è in crescita anche nel medio periodo, dove i rilevamenti della polizia stradale hanno riscontrato sì una diminuzione del numero di incidenti, ma un sostanziale aumento dei morti sulle strade.

LE CAUSE Le cause sono molteplici: dall'ormai indispensabile smartphone che utiliziamo sempre più alla guida – senza nemmeno curarci delle app di mirroring come Android Auto ed Apple CarPlay che invece sono state create apposta per evitare distrazioni pericolose – oltre all'imprudenza ed imperizia dei guidatori. Vale poi sempre l'equazione maggior velocità – minori spazi di reazione agli imprevisti, quindi il consiglio comune è sempre lo stesso: non scambiare le strade per autodromi. E non vale approfittarsi dei Tutor non attivi o fuorilegge. 


Pubblicato da Marco Congiu, 30/07/2018
Vedi anche
Logo MotorBox