Autore:
Matteo Gallucci

MITO MODERNO Una delle auto più divertenti e accessibili degli anni duemila. La Honda S2000, un prodigio della tecnica grazie al suo incredibile motore VTEC aspirato e uno stile semplice quanto affilato. Perché è stata un vero e proprio mito? Questo piccolo capolavoro pluripremiato ha sotto il cofano il motore due litri che può essere considerato il principale artefice del suo successo. La tecnologia VTEC regola la fasatura delle valvole e questo quattro cilindri eroga la bellezza di 240 cv, un valore che gli ha fatto detenere il record di potenza specifica per motori aspirati di serie, con appunto 120 cv/litro. Non meno eclatante è da sempre la sua propensione a salire di giri, con il limitatore tarato per entrare in gioco a ridosso dei 9.000 giri.

RICORDO INDELEBILE L'ho guidata per molti chilometri e ricordo ancora la voce roca del motore e il suo cambio di tonalità già dai 4000 giri. Intendiamoci, non ti schiacciava contro il sedile ma la sua progressione sembrava un crescendo infinito e per vedere la vera anima della S2000 il range giusto d'utilizzo era tra i 6000 e 9000 giri quando tutta la potenza di 240 CV veniva trasferita alle ruote posteriori. E vogliamo parlare del suo design? Quel frontale basso e largo come il muso di uno squalo con le fiancate a cuneo e una coda squadrata con fari moderni e, soprattutto, due bei tubi cromati che uscivano sotto il paraurti. Altro che effetto "wow" dato dagli schermi touch screen dei moderni sistemi d'infotainment. La S2000 era semplice e spartana anche negli interni, minimali con tutti i comandi principali, anche quelli dell'impianto stereo, riuniti ai lati del volante, a portata di dito perchè le mani servivano strette forti sul volante in posizione nove-e-un-quarto. Per non parlare del cambio manuale a 6 marce: lo stato dell'arte. Leva corta, innesti secchi e precisi. Dopo ore di guida diventava praticamente l'estensione della mia mano destra. No, non mi ponevo problemi sul vano porta smartphone perché l'unico modo per appoggiare il cellulare era quello di utilizzare il portacenere mentre per il biglietto autostradale c'erano due "comode" retine nelle portiere. Un'auto veloce e agile con i suoi piccoli cerchi da utilitaria da 16 pollici su pneumatici 205/55 all'anteriore e 225/55 al posteriore. Sì, avevo pensato fortemente di comprarla visto che il suo prezzo di mercato era di poco sotto 10.000 euro. E adesso, nel 2019, quanto vale una Honda S2000?

ASTA EBAY L'ho cercata e ricercata per comparare le varie offerte dell'usato sul mercato online. Il range di prezzo è più che raddoppiato rispetto a qualche anno fa: si va dai 15.000 euro per una vettura da restaurare fino ai 25.000 euro per una S2000 di ultima produzione. Poi ho scovato un annuncio, verificato, sulla piattaforma di eBay. Si tratta di una Honda S2000 del 2009 americana praticamente nuova. Solo 97 miglia (156 km) sul contachilometri e uno stato di conservazione perfetto. Occasione da non farsi scappare? Certamente è un oggetto più unico che raro visto il bassissimo chilometraggio ma la richiesta è, a mio avviso, molto ma molto alta. La Honda S2000 viene quotata quasi 100.000 dollari, per essere più precisi 98.888 dollari pari a 89.307 euro. Sicuramente gli interni avranno ancora l'odore di fabbrica visto che l'auto non è stata mai registrata e targata ma bisogna ricordarsi che la S2000 costava di listino circa 32.000 euro e la stessa vettura (numero di telaio verificato che trovate nella gallery) è già passata di mano all'inizio del 2019 ad un prezzo di 63.224 euro (70.000 dollari). Un rincaro shock di quasi 30.000 dollari in 6 mesi sembra non essere giustificabile però il mercato attuale non offre un'alternativa di Honda S2000 nuova. Poi, su eBay, si può sempre fare una offerta... a buon intenditore...


TAGS: honda s2000 honda usato s2k honda s2000 prezzo