FIDARSI È BENE... La strada si fa bianca e voi vedete tutto nero. La neve è indubbiamente uno spiritello malizioso: ti incanta col suo fascino fiabesco, poi tutt'a un tratto ti tradisce. Mettendoti semplicemente in difficoltà, talvolta provocandoti anche guai seri. Cadere in trappola può capitare, tuttavia l'asfalto innevato può anche trasformarsi in un fattore neutro, se sappiamo come comportarci. Per un vademecum completo sulla guida con neve e ghiaccio, vi rimandiamo al nostro sempreverde articolo in materia. Oggi svisceriamo insieme ad un professionista del volante come il driver Seat Jordi Gené alcuni trucchi per danzare tra i fiocchi in totale controllo del mezzo. Cinque consigli avanzati, da leggere o ascoltare in video. Start.

1. GUARDA OLTRE Prima sacrosanta regola di ogni manuale di istruzioni per guida neve e ghiaccio, anticipare decisioni e movimenti, fluidificare e addolcire ogni singolo gesto di mani e piedi. "Scrutare il più lontano possibile, fin dove arriva la vista", sostiene Jordi Gené, nel video tutorial al volante di una Seat Leon X-Perience a trazione integrale 4Drive.

2. SCALA UNA MARCIA Raggiunto un passo di montagna, prima o poi arriva il momento di scendere. Fondamentale è allora fare ampio ricorso al freno motore. "In pendenza, guidare usando marce corte aiuta a gestire l’auto senza che i freni ne risentano". Se la massima vale sia d’inverno che in estate, nei mesi freddi il freno motore acquista una funzione imprescindibile: basse temperature, uguale asfalto a scarsa aderenza, uguale maggiore rischio di bloccaggio ruote.

3. GHIACCIO? NO PANIC In presenza di neve, necessario è poi prestare particolare attenzione ai tratti di carreggiata all’ombra, laddove cioè è più probabile che ci attendano in agguato scivolose lastre di ghiaccio. “L’importante - spiega Gené - è mantenere la calma ed evitare manovre brusche. Sterzare con la massima dolcezza e premere il pedale del freno con estrema delicatezza. Finché non si supera il punto critico, e l’auto torna a riprendere aderenza”.

4. I FENDINEBBIA NO Giornata fredda, ma soleggiata? In tal caso, fari fendinebbia da tenere rigorosamente spenti. "Sono luci che apportano una luminosità extra, quindi da utilizzare esclusivamente in condizioni di scarsa visibilità, cioè in presenza di pioggia battente, o di una fitta coltre di nebbia. Se accesi a sproposito, possono abbagliare gli altri automobilisti".

5. EASY PARKING Sani e salvi alla meta? Ancora un ultimo test, quello del parcheggio. "In caso di cambio automatico, lasciare la leva in posizione P. In caso di trasmissione manuale - conclude Gené -, leva in prima o anche in folle". Se nevica, sollevare le spazzole tergicristalli e lasciarle in posizione verticale, così da evitare che restino incollati al vetro. Che altro? Controllare il livello del liquido tergicristalli, caricare a bordo le catene, aumentare la distanza di sicurezza. E la neve torna a far sorridere.


TAGS: seat guida pratica consigli di guida neve e ghiaccio jordi genè