Pubblicato il 26/01/21

INDIETROTUTTA Il ritorno degli Stati Uniti all’interno dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici non è la sola e unica mossa dell’Amministrazione Biden-Harris per contrastare gli effetti del surriscaldamento globale. Negli scorsi giorni, il neo Presidente ha infatti firmato una serie di ordini esecutivi in forte discontinuità con le scelte del suo predecessore Donald Trump. Nel nuovo esecutivo USA le tematiche ambientali occupano infatti un posto di primissimo rilievo. In quest'ottica va letta dunque la promessa dell'inquilino della Casa Bianca di rimpiazzare la flotta di circa 650.000 veicoli governativi con modelli elettrici di ultima generazione.

AUTO BLU O AUTO VERDI? ''Il Governo federale possiede un'enorme flotta di veicoli, che sostituiremo con veicoli elettrici a basse emissioni prodotti proprio qui in America da lavoratori americani'', ha sentenziato Biden, che si è inoltre detto contrario a quelle scappatoie legali che consentono ai grandi costruttori di fabbricare all'estero parti chiave come motori e trasmissioni, per spacciarle poi in seconda battuta per made in USA. La Casa Bianca non ha fornito tempi certi per la sostituzione del parco auto governativo, ma secondo molti analisti il tutto potrebbe costare qualcosa come 20 miliardi di dollari (o anche di più). 

SCOMMESSA ELETTRICA Secondo la General Services Administration nel 2019, il Governo di Washington possedeva 650.000 veicoli, con chilometraggio complessivo di 4,5 miliardi di miglia per un consumo stimato di 375 milioni di galloni l'anno  (1 gallone è pari a circa 3,75 litri) di carburante fra benzina e gasolio. Il Governo federale in questi anni ha speso 4,4 miliardi di dollari per la manutenzione ordinaria di queste vetture, numeri davvero impressionanti se si considera che solo lo 0,5% di questi mezzi (3.215 unità) era spinta da motori elettrici. Durante la campagna elettorale, Biden ha promesso ''Un impegno solenne della sua Amministrazione nell'acquisto di veicoli a basse emissioni” a cui si aggiunge la volontà di creare 1 milione di nuovi posti di lavoro nell’industria automobilistica americana e nella catena dei fornitori. Il Presidente si è detto inoltre favorevole a sconti e incentivi pubblici per la sostituzione dei veicoli più inquinanti. Fra i propositi del 46° Commander in Chief vi sono fra l’altro: un piano per la costruzione di 550.000 stazioni di ricarica e maggiori investimenti statali sull'energia pulita.


TAGS: auto elettriche auto blu Joe Biden Presidente Biden