CHI DORME PRENDE I PESCI Durante la tavola rotonda organizzata da Ford Italia per il World Sleep Day è stato evidenziato quanto può essere pericoloso guidare in condizioni di stanchezza. Rimanere svegli per più di 18 ore porta il nostro corpo allo stesso stato di quando si assume alcool o droghe. Dormire male e poco fa quindi aumentare incredibilmente i fattori di rischio incidenti tanto da essere la causa di 1 incidente su 5.

LA TUTA REPLICANTE Le tecnologie di Ford hanno aggiunto una nuova "suit" denominata per l'occorrenza "Sleep Suit". Si tratta di un appendice indossabile, dal peso di ben 18 kg, che replica gli effetti della stanchezza acuta su chi l'indossa. Fare informazione è importante e Ford con il programma di training gratuito Driving Skills for Life si è impegnata a fare prevenzione e cultura partendo direttamente dalle scuole.

PAROLA ALL'ESPERTO Il Dott. Gundolf Meyer Hentschel, Ceo di Meyer Hentschel Institute ha dichiarato: “Guidare quando si è stanchi significa guidare come uno zombie, diventando un pericolo per sé stessi, per i passeggeri e per gli altri utenti della strada”. Il programma di Ford è rivolto soprattutto ai giovani tra i 18 e 25 anni perché: “I giovani spesso si sottopongono a una “privazione di sonno intenzionale, sforzandosi di rimanere svegli per non perdersi neanche un istante della loro intensa vita sociale, delle interminabili ore lavorative oppure di studio”.

COME FUNZIONA I visori, indossati insieme al resto della speciale attrezzatura: casco, giubotto, polsiere e cavigliere, creano l’effetto di forte indebolimento vissuto dai guidatori molto stanchi. Una volta indossata la nuova Suit, i visori speciali simulano lo stato di stanchezza e l'ipotetica conduzione del veicolo diventa difficile per via dei così detti micro sonni. Un black out di pochi secondi dove si arriva a viaggiare per centinaia di metri completamente al buio. Connessi a una app per smartphone, i visori possono essere impostati per simulare un improvviso blackout del cervello e l’effetto di annebbiamento della vista, o di “totale buio”, per una frazione di secondo, fino a un massimo di 10 secondi.

LA SOLUZIONE? DORMIRE È bene ricordare che nel caso ci si renda conto di iniziare ad avere sintomi da stanchezza al volante è necessario fermarsi immediatamente in un area di sosta e riposare almeno 20 minuti. “Siamo determinati nel voler aumentare la consapevolezza nei confronti dell’eccessiva stanchezza alla guida e la nostra Sleep Suit è il modo perfetto per farlo” ha affermato Jim Graham Ford DSFL Manager.Molte persone sono riconoscenti nei confronti di chi si offre come guidatore dopo una notte di eccessi. Ma non è detto che, solo perché tecnicamente sobrio, il guidatore “volontario” sia in grado di guidare, perché magari esausto dopo un eccessivo periodo di veglia”.


TAGS: ford ford world sleep day ford sleep suit