Autore:
Emanuele Colombo

INTERVIENE LA NHTSA Ferrari 488, Ferrari 812 Superfast, Ferrari GTC4Lusso e persino LaFerrari Aperta: sono questi i modelli che, in base a una disposizione della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA, la motorizzazione americana) verranno sottoposti a richiamo negli USA per prevenire un possibile rischio di incendio.

LA NATURA DEL PROBLEMA I veicoli interessati sono 2.150 in nord america e la problematica dipende da un difetto di fabbricazione di un componente che proviene da un fornitore esterno, fa sapere la Casa. Il particolare incriminato è un separatore dei vapori di benzina che potrebbe rompersi causando la fuoriuscita di gas infiammabili.

NESSUNA SORPRESA Ferrari risolverà il problema in garanzia, con un richiamo che dovrebbe cominciare il 14 aprile 2019. Nel frattempo, non c'è da essere eccessivamente allarmati, perché un'eventuale fuoriuscita di vapori di benzina verrebbe rilevata dai sistemi di auto-diagnosi della vettura e segnalata al guidatore con un messaggio nel quadro strumenti. Non c'è, insomma, il pericolo di venire colti di sorpresa.

I MODELLI INTERESSATI Le auto che verranno sottoposte al richiamo sono alcune Ferrari prodotte tra il 2018 e il 2019 appartenenti alle serie 488 GTB e 488 Spider, 812 Superfast, GTC4Lusso e GTC4Lusso T, oltre alla già citata LaFerrari Aperta. Un ulteriore richiamo era stato ordinato, sempre negli USA da parte della NHTSA, su 582 esemplari di Ferrari GTC4 Lusso prodotte tra il 2017 e il 2019 e GTC4Lusso T del biennio 2018-2019 per maniglie porta difettose.


TAGS: ferrari usa richiamo nhtsa rischio incendio