Autore:
Lorenzo Centenari

E-RINVIO Benzinai col fiato sospeso, l'agognata proroga è dietro l'angolo. “Stiamo predisponendo il rinvio al 1° gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le vendite di carburanti ai soggetti titolari di partita Iva". Così Luigi Di Maio, nelle sue nuove vesti di ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico. "La categoria dei gestori impianti di distribuzione era stata scelta per sperimentare l'entrata in vigore della e-fattura in anticipo su tutte le altre. Tuttavia - sostiene Di Maio - la data del 1° luglio 2018 non è realistica". 

NIENTE SCIOPERO? Per l'intera giornata di martedì 26 giugno, in risposta a quello che considerano un torto e un ostacolo burocratico, i benzinai avevano proclamato sciopero. Si lavora a ritmi forzati affinché la manifestazione venga ritirata, e gli automobilisti non vengano danneggiati. “Nei prossimi giorni - spiega Di Maio - apriremo un tavolo tecnico al Mise con le federazioni dei gestori (Figisc/Anisa - Confcommercio, Fegica - Cisl e Faib - Confesercenti, ndr), per sviscerare il problema, ai benzinai non è stato lasciato il tempo di adeguarsi e di dotarsi degli strumenti necessari".


TAGS: fisco Spese carburante partite Iva Spese carburante fattura elettronica sciopero benzinai proroga fattura elettronica