Costo auto elettriche pari a benzina e diesel dal 2026
Auto elettriche

EV al prezzo di benzina e Diesel dal 2026? No, il contrario


Avatar di Emanuele Colombo , il 26/01/21

10 mesi fa - EV al prezzo di auto a benzina o diesel? Nel 2026, ma non è come credi

Dal 2026 auto elettriche, Diesel o a benzina avranno lo stesso prezzo, ma solo perché quelle tradizionali diventeranno più costose

CAMBIO DI PROSPETTIVE Auto elettriche allo stesso prezzo delle auto a motore Diesel o a benzina? Probabilmente le vedremo presto, attorno al 2026, dice Richard Parry-Jones, Chief Technology Officer e capo dello sviluppo prodotto Ford con 38 anni di carriera alle spalle. Una buona notizia, si direbbe, se non fosse che, sempre secondo l'Ingegnere, non sarà solo per merito del prezzo in discesa degli EV, ma anche e soprattutto per il sensibile aumento di prezzo delle auto tradizionali. In pratica, la previsione è che il punto di pareggio sarà più o meno a metà strada. Ora non sembra più una buona notizia, non è vero?

MOTORI SEMPRE PIÙ COSTOSI Il problema, spiega Parry-Jones, è che i dispositivi necessari per il contenimento delle emissioni dei motori a combustione interna (ICE) stanno rendendo questi ultimi sempre più costosi e potrebbero finire per renderli addirittura proibitivi in capo a pochi anni. Per giunta, la messa al bando dei motori tradizionali dalle città, o tiket di ingresso sempre più salati, rischiano di minarne la rivendibilità (almeno tra chi abita nei grandi centri urbani) e di aumentarne la svalutazione.

Un'auto elettrica in ricarica da una colonnina pubblica Un'auto elettrica in ricarica da una colonnina pubblica

VEDI ANCHE



SICUREZZA RIDONDANTE? D'altra parte, il costo delle auto elettriche potrebbe ridursi adottando batterie meno protette nei confronti degli urti: eliminando quelli che Parry-Jones definisce ''strati di protezione meccanica ridondante''. Anche se, a proposito delle emissioni per la produzione delle auto elettriche, l'Ingegnere non rinuncia a dire la sua, e cioé che la CO2 prodotta per realizzare gli EV - di solito maggiore di quella per un auto tradizionale equivalente - ''non è qualcosa che puoi tecnicamente influenzare''.

PIÙ ELETTRICHE, PIÙ EMISSIONI La CO2 prodotta dalle auto elettriche, spiega Parry-Jones, ''È legata alla chimica delle celle che stiamo utilizzando; hanno fame di energia in termini di produzione. La maggior parte è nella fase di realizzazione delle celle, non nelle materie prime. Quindi ottenere litio e altri materiali non dà un contributo importante. L'unico modo per compensare è cambiare le fonti che utilizziamo per produrre elettricità, passando dal carbone, dal petrolio e dal gas alle energie rinnovabili e al nucleare''.

Tesla Gigafactory per la fabbricazione di batterie Tesla Gigafactory per la fabbricazione di batterie

LA QUESTIONE È A MONTE Purtroppo è un fatto che, al momento, il paniere energetico mondiale è composto per quasi l'87% di energie non rinnovabili e che questo paniere, se anche si dovessero centrare tutti gli obiettivi in fatto di tutela ambientale, non calerà sotto il 75% da qui al 2030. Per questo ''in futuro le case automobilistiche presteranno molta attenzione al mix di fonti energetiche in uso nel paese da cui provengono le celle'', ha detto Parry-Jones. Per fare un esempio, meglio che queste vengano fabbricate in Francia, dove la produzione di energia si basa fortemente su idroelettrico e nucleare, piuttosto che il Polonia o in Giappone, dove il carbone è ancora protagonista.

CORSA CONTRO IL TEMPO ''Penso che solo intorno al 2030 la sostituzione degli impianti per la produzione di energia permetterà di ridurre il carbonio incorporato a un livello equiparabile a quello dei motori ICE'', ha detto. ''Ciò non significa che l'acquisto di un veicolo elettrico sia un male, significa semplicemente che il periodo di recupero in termini di CO2 è più lungo ora di quanto sarà in futuro''. La vera domanda, a questo punto, è quanto tempo abbiamo per ridurre le emissioni di gas climalteranti come la CO2 prima che il pianeta superi il punto di non ritorno, visto che con la spinta politica verso l'auto elettrica, il percorso attuale sembra destinato in prima battuta ad aumentarle. Faremo in tempo a monetizzare l'investimento? L'orologio corre...

Fonti: Autocar, Asvis


Pubblicato da Emanuele Colombo, 26/01/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox