Pubblicato il 22/04/20

GOMME INVERNALI IN ESTATE? NO, È PERICOLOSO

È iniziata il 15 aprile scorso la finestra temporale durante la quale è obbligatorio sostituire gli pneumatici invernali con quelli estivi. Niente paura però: per legge, il cambio può essere effettuato entro il 15 maggio (per maggiori info vi rimandiamo al nostro articolo sulla sostituzione gomme invernali). L'emergenza sanitaria legata al COVID-19 richiede, come sappiamo, che gli spostamenti avvengano solo in caso di comprovate necessità o esigenze lavorative. Ciò ha messo i bastoni tra le ruote anche a tutti quegli attenti automobilisti che, di questi tempi, si sarebbero fermati dal gommista per la sostituzione. Poco male, ritarderemo un po'. Oggi vi spieghiamo perché, a prescindere da ciò che dice il Codice della Strada, sia importante effettuare il cambio da pneumatici invernali a estivi. Prima di tutto, per una questione di sicurezza.

GOMME INVERNALI: COL CALDO SPAZI DI FRENATA PIÙ LUNGHI

Alcuni automobilisti pensano che, riuscendo a guidare con pneumatici invernali nel periodo di transizione, possano farlo per tutta la stagione estiva. Questo è l'errore più comune. Guidare un'auto con pneumatici invernali nei mesi più caldi, infatti, comporta diversi rischi. Con le temperature più alte ci sono variazioni di stabilità e di maneggevolezza, una risposta di guida meno accurata e, soprattutto, spazi di frenata superiori fino al 20% in più. Gli pneumatici invernali sono realizzati con una mescola più morbida che, in presenza di temperature più basse (intorno ai 7°C), garantisce il loro corretto funzionamento (con prestazioni superiori agli estivi) ma, in condizioni climatiche più calde, ne aumenta il consumo più rapidamente, nonché il rischio di aquaplaning sulle strade bagnate.

Le gomme invernali d'estate? No, questione di sicurezza

I CONSIGLI DI GUIDA IN ATTESA DI PASSARE ALLE ESTIVE

Quindi, anche se ora è impossibile effettuare la sosta in officina, è importante che il cambio gomme venga effettuato quanto prima. Fintanto che non sarà possibile recarci dal gommista (dovranno farlo milioni di italiani al termine del lockdown) il consiglio è quello di prestare molta attenzione. Prima di tutto mantenendo una distanza di sicurezza superiore, visto che con gli pneumatici invernali lo spazio di frenata può allungarsi fino al 20% in più, e una condotta di guida più attenta, in particolare sulle sulle superfici bagnate: l’acqua infatti non viene trasferita nelle scanalature in modo uniforme come avviene con gli pneumatici estivi, il che aumenta significativamente il rischio di aquaplaning. Prima di lasciarvi vi ricordiamo il nostro articolo su come mantenere le gomme in salute nonostante il fermo.


TAGS: gomme invernali cambio gomme gomme estive Coronavirus