Autore:
Lorenzo Centenari

INVERSIONE Prima o poi sarebbe successo, il punto è che è successo ancora prima delle più azzardate previsioni. Nel Regno Unito è oggi più semplice imbattersi in un hub per la ricarica veloce di auto elettriche, che non in una pompa di benzina. Le stazioni pubbliche per la ricarica di veicoli elettrici hanno superato le stazioni di rifornimento carburante di 1.000 unità: ad agosto 2019, in tutto il Paese, 9.300 charging station (erano un centinaio nel 2011) contro 8.400 stazioni di servizio.

IL PROGETTO Persino Nissan viene presa in contropiede: secondo il marchio che produce la best seller Leaf, il sorpasso delle colonnine nei confronti degli erogatori di benzina e diesel non sarebbe avvenuto prima di agosto 2020. E invece l'auto elettrica in UK galoppa: a Londra, l'introduzione ad aprile 2019 della nuova Ultra-Low Emission Zone (ULEZ) ha in particolare convinto un numero sempre maggiore di automobilisti a esplorare soluzioni di mobilità a zero emissioni, anche per esigenze di trasporto commerciale. Il Governo ha inoltre in mente di dotare obbligatoriamente ogni nuova abitazione di stazione di ricarica privata. Insomma, c'è una direzione chiara e il quadro a poco a poco si trasforma. Come si evince dalla mappa di Zap-Map.

IL CASO LONDRA Proprio la capitale è il simbolo di una nazione in fase di rapida elettrificazione: solo lo scorso anno Transport for London ha installato più di 1.000 punti di ricarica per veicoli elettrici. Contemporaneamente, la fornitura di combustibile tradizionale sta diventando sempre più scarsa: il centro di Londra ha oggi quasi la metà di stazioni di servizio per veicolo in meno rispetto alle Highlands scozzesi. Nella congestione-charge zone, ne rimangono soltanto quattro: una delle più vecchie stazioni del Paese, la Bloomsbury Service Station, in attività dal 1926, ha chiuso una volta per tutte nel 2008.

ITALIA-INGHILTERRA I sudditi di Sua Maestà abbandonano il petrolio e collegano la propria auto alla presa di corrente. E in Italia? Qual'è il rapporto tra stazioni di ricarica e stazioni di servizio? Indipendentemente dalla potenza, oggi nel Belpaese si contano circa 7.000 colonnine pubbliche. I distributori di carburante ammontano invece a circa 21.000, in costante calo, ma pur sempre assai più capillari (tre volte tanto) che non gli erogatori di energia elettrica. In Italia, il sorpasso storico richiederà ancora qualche anno.


TAGS: auto elettrica colonnine di ricarica distributori di benzina