Pubblicato il 21/07/20

BRUTTO REGALO DI ANNIVERSARIO La buona notizia è che la produzione continua e le varie forniture sono assicurate: lo si legge a chiare lettere nel comunicato che la BBS GmbH ha pubblicato sul suo sito. Fatto sta che l'iconica casa produttrice di ruote tedesca, che negli anni ha firmato cerchi per alcune delle auto più leggendarie, tanto di serie quanto da corsa, ha presentato istanza di fallimento lo scorso lunedì. Non il modo migliore per festeggiare l'anniversario per i 50 anni di attività.

Cerchi BBS su una monoposto di Formula 1

NON TUTTA COLPA DEL COVID Il ricorso all'amministrazione controllata è stato ''un passo necessario per prevenire un'insolvenza imminente nei prossimi mesi a causa dell'improvvisa omissione di pagamenti confermati'', recita la dichiarazione ufficiale. BBS sottolinea poi come la pandemia di coronavirus abbia complicato ulteriormente la situazione, insieme al conseguente arresto temporaneo dei due impianti dell'azienda.

VERSO IL RILANCIO BBS sottolinea altresì che già prima di presentare la richiesta di insolvenza, la società aveva avviato un'articolata strategia per invertire la tendenza: una strategia che continuerà a mettere in atto con il contributo e la consulenza dei due amministratori fallimentari nominati, uno dei quali aveva già contribuito alla ristrutturazione della società dopo la sua bancarotta nel 2011.


TAGS: tuning cerchi bbs ruote bbs