Autore:
Marco Rocca

QUANTI RICORDI Non vorrei dirvi una bugia ma sono quasi certo che sia stata la mia prima automobilina in scala 1/18. Era argentata come quella in foto ma non era la versione Super Sport. La Bugatti EB110 per me è stata amore a prima vista e da allora non ha mai smesso di avere un posto speciale nel mio cuore. Perché tutto questo preambolo strappalacrime? Perché la famosa casa d'asta inglese Sotheby's sta per battere il martelletto per un esemplare con soli 950 km all'attivo. 

MATITA ITALIANA La Bugatti EB110 non ha certo bisogno di presentazioni. Nata dalla matita di Marcello Gandini che poi passò il progetto a Benedini (siamo nel 1990) era una sportiva dalla soluzioni tecniche all'avanguardia per l'epoca. Perché EB110? Semplice: erano 110 anni dalla nascita del fondatore Ettore Bugatti (da cui sono state riprese le iniziali).  

ANCORA PIU' ESTREMA La EB110 Super Sport, però, si spingeva oltre il concetto già estremo della versione "normale". Presentata al Salone di Ginevra nel 1992, era priva di alcuni equipaggiamenti che ne diminuivano notevolmente il comfort a bordo. A livello estetico si differenziava principalmente per quei 5 piccoli fori ovali che portavano ancora più aria al motore. I finestrini laterali erano fissi e solo una piccola parte si poteva abbassare. Dietro troneggiava il grosso alettone fisso ma regolabile nell'inclinazione mentre i cerchi, firmati BBS, erano a sette razze.

CHE MOTORE Per quanto riguarda la parte meccanica, la differenza con la versione standard era rappresentata dall'adozione della sola trazione posteriore che assieme ad altri accorgimenti avevano permesso di ridurre significativamente il peso a circa 1.470 kg. Non solo, la Super Sport era anche più potente. Il 12 cilindri era in grado di sviluppare 610 cv a 8.250 giri/min, raggiungendo la straordinaria potenza specifica di 174,3 cv/litro, con una coppia massima di 637 Nm a 3.800 giri/min. 

PRESTAZIONI SUPERBE Le prestazioni? Semplicemente sbalorditive. Con una velocità massima di 351 km/h, accelerava da 0 a 100 km/h in soli 3,3 secondi. Per inciso è stata la prima automobile stradale a registrare un tempo inferiore ai 20 secondi nel chilometro con partenza da fermo, coprendo la distanza in 19,6 secondi. Nel 1995, sul mare ghiacciato nei pressi di Oulu in Finlandia, stabilì il record del mondo di velocità su ghiaccio raggiungendo i 296,3 km/h.

IL GRANDE MICHAEL Sapete chi ne aveva acquistata una? Michael Schumacher, che nel 1994 aveva scelto una EB110 SS gialla con gli interni in allestimento GT, in pelle blu. Il Sultano del Brunei ne possiede quattro in versione SS.
Se dopo tutte queste belle parole siete davvero interessati all'acquisto, sappiate che la base d'asta (si svolgerà a Parigi) è stata fissata a 1.300.000 euro e il lotto è il numero 165. Se invece, come me, certe cose potete solo sognarle, gustetevi la gallery qui sotto che tanto è aggratìs. 


TAGS: bugatti rm sotheby's bugatti eb 110