Pubblicato il 14/01/2020 ore 12:36

GUIDO IO, NO TU NO Una pinta di troppo, e l'auto si sostituisce a fidanzata o amico coscienzioso. E ti impedisce di metterti alla guida, risparmiandoti la grana di incontrare una pattuglia in vena di esperimenti chimici, e di vedersi la propria patente spiccare il volo verso la Questura. Di etilometri integrati nella dotazione delle auto nuove se ne parla certo non da ieri, ora l'iter verso il quadro normativo di riferimento sembra avvicinarsi alla sua conclusione. L'Europa chiedi agli Stati membri di inserire nel Codice della Strada l'obbligo a partire dal 2022. In Italia, la legge potrebbe entrare in vigore un anno prima, già dal 1° gennaio 2021

Guida in stato di ebbrezza, un reato penale

LA PROPOSTA A spingere verso l'adozione di dispositivi anti-guida in stato di ebbrezza a bordo dei veicoli di nuova costruzione, a due e a quattro ruote, è ora anche il portale di approfondimento sulle attività parlamentari CommaUno. I suoi consulenti avrebbero già pronto fin il testo della legge, un articolo da aggiungere al CdS immediatamente dopo l'articolo 72, sotto la voce articolo 72-bis. ''Gli autoveicoli e i motoveicoli di nuova costruzione - si legge nella bozza - debbono essere dotati di apposito dispositivo in grado di misurare il tasso alcolemico del conducente e di interdire l’accensione del motore del veicolo nei casi in cui dalla rilevazione risulti un tasso alcolemico pari al valore minimo di quello di cui all’articolo 186 comma 2, lettera a). Gli autoveicoli privi del dispositivo di cui al comma 1 non possono essere immatricolati ai sensi dell’articolo 93, comma 2''.

Etilotest obbligatorio, la proposta di legge di CommaUno

FRANCIA PIÙ AVANTI E ancora: ''Le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del dispositivo di cui all’articolo 72-bis, comma 1, del Codice della Strada (...) sono definite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, da emanare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. L’obbligo di cui al comma 1 del presente articolo, decorre dal 1 gennaio 2021''. CommaUno spinge affinché la misura non tardi oltre un anno o poco più, nel tentativo perciò di ridurre il gap con la Francia, che una legge simile l'ha già adottata. Al di là delle Alpi, l’etilotest antiavviamento è infatti obbligatorio già da marzo 2019, anche se solo per coloro che abbiano subito il ritiro della patente nei 5 anni precedenti. Ovviamente, per guida in stato di ebbrezza.


TAGS: guida in stato di ebbrezza sicurezza stradale adas Alcoltest