Pubblicato il 24/04/20

STILE VINTAGE, TECNOLOGIA MODERNA Fianco a fianco con l'evoluzione della specie - incarnata dall'ultima Porsche 911 Turbo S presentata al Salone Digitale di Ginevra 2020 - Porsche non dimentica le sue classiche illustri, le 911 d'epoca. Anzi, a loro dedica uno sguardo sul futuro, con il sistema di infotainment Porsche Classic Communication Management. Progredire senza snaturare, ca va sans dire: quello proposto dalla Casa di Zuffenhausen è sì un touchscreen di ultima generazione, ma dall'aspetto vintage, che ben si adatta agli interni delle Porsche 911 dagli anni 60 agli anni 90. Vedere il video qui sotto per credere. 

DUE VERSIONI Il Porsche Communication Management che si vede nel video pubblicato su YouTube dalla stessa Porsche è disponibile in due versioni: Classica, per le Porsche 911 dagli anni 60 fino alle 993 dei primi anni 90, e Plus per le serie 996 e 986. Ma non fatevi ingannare: nel look ricalca sì un vecchio stereo, con due manopole rotanti, sei pulsanti e un display touch non troppo grande per non dare nell'occhio (3,5 pollici per la versione Classica e 7 pollici per la versione Plus), ma in realtà il PCCM è antiquato solo nell'aspetto.

LE FUNZIONALITÀ Finora, infatti, la possibilità di riprodurre lo schermo del proprio cellulare sul sistema di infotainment dell' auto era stato un privilegio delle sole vetture di nuova generazione. Il sistema ideato da Porsche, invece, ha portato Apple CarPlay (e Android Auto, nel caso della versione Plus) a fare un giro nella storia: portando in dote anche il sistema di navigazione Porsche, il lettore di schede SD, la presa USB, le stazioni radio digitali e la connessione Bluetooth.

PREZZO Al momento, entrambe le versioni sono in vendita nello store online Porsche Classic tedesco, ma dovrebbero fare la loro comparsa nelle concessionarie entro quest'estate. Ascoltare Spotify su una Porsche raffreddata ad aria costerà ai proprietari circa 1.450 euro, per la versione Classic, e 1.620 euro, per la Plus. Con una differenza di prezzo così risicata, di certo irrilevante per chi viaggia sulle sportive di Stoccarda, viene da chiedersi come mai in Porsche hanno creato due dispositivi diversi: presto detto, per fare posto a schermi di ampiezza diversa anche i due infotainment hanno dimensioni diverse e mentre la versione Classic è compatibile con l'alloggiamento 1-DIN delle storiche autoradio, per la versione Plus serve un vano 2-DIN che è alto il doppio.

 

 

 


TAGS: porsche 911 apple carplay android auto porsche 911 epoca pccm porsche classic communication management