News

Anteprima: Bmw X3 2.0d


Avatar Redazionale , il 07/07/04

17 anni fa -

Tre litri di cilindrata sono troppi e spaventano il grande pubblico? Da Monaco aggiustano il tiro e si accingono a lanciare una nuova motorizzazione d'accesso per la gamma X3. Arriverà a metà settembre a un prezzo ancora in via di definizione. Difficile però che sia popolare...

COME UNA VOLTA

I tempi dell’Iva al 38% e quelli in cui la scure del fisco incombeva sinistra sulle auto di grossa cubatura sono ormai un lontano ricordo. Eppure pare che alla stragrande maggioranza degli italiani sia rimasta nel sangue una sorta di idiosincrasia per tutti i mezzi con cilindrata al di sopra della soglia dei due litri. Un valore visto dai più come invalicabile, alla stregua delle mitiche colonne d’Ercole.

QUATTRO, NON SEI

Alla luce di ciò e consapevole del ruolo sempre più strategico ricoperto dalle motorizzazioni duemila (a gasolio), la Bmw sta per lanciare sul mercato un’inedita versione della X3. Si tratta della 2.0d, che rappresenta la nuova soglia d’ingresso alla gamma e che porta per la prima volta sotto il cofano della multiuso bavarese un motore a quattro cilindri anziché a sei.

SENZA COMPLESSI

Strettissimo parente del turbodiesel common rail già a listino sui modelli stradali, questo motore eroga 150 CV a 4000 giri, con una coppia massima di 330 Nm a 2.000 giri. Simili valori permettono sulla carta prestazioni di assoluto rilievo e mettono al riparo la X3 da qualsiasi complesso d’inferiorità. Per lo spunto da 0 a 100 km/h si parla di un tempo di 10,2 secondi, mentre 8,3 sono quelli necessari per passare da 80 a 120 km/h in quarta. La velocità massima dichiarata è di 198 km/h, con un consumo medio di 7,2 litri ogni 100 km.

SCALATRICE PROVETTA

Anche nel fuoristrada e negli impieghi gravosi, come per esempio in situazioni di traino, la 2.0d dovrebbe cavarsela senza problemi. Come per le altre versioni, la trazione è integrale del tipo xDrive con ripartizione della coppia motrice affidata a una frizione multidisco a controllo elettronico. A farle da spalla è un cambio manuale a sei marce appositamente studiato, con una prima molto corta per assicurare la necessaria brillantezza negli spunti e una sesta di potenza.

SCIOGLILINGUA

Per la 2.0d è prevista l’adozione di pneumatici 235/55 su cerchi da 17 pollici. Il quadro si completa poi con la solita pioggia di dispositivi elettronici, utili alla sicurezza della X3 e a sciogliere la parlantina di chi li elenca. Della dotazione di serie fanno infatti parte il DSC (controllo elettronico della stabilità), il DBC (controllo dinamico della frenata), l’HDC (stabilizzatore della velocità in discesa) e il CBC (controllo della frenata in curva).

UPGRADE PER TUTTE

In occasione del lancio della 2.0d, la BMW introdurrà inoltre modiche di dettaglio anche sul resto della gamma X3, prevalentemente concentrate a livello dei sistemi audio e di comunicazione. L’impianto CD Bmw Business diverrà compatibile con il formato MP3, la funzione TV del navigatore consentirà la visione anche dei segnali digitali e il sistema Bmw Assist sarà meglio integrato con lo standard Bluetooth.
Pubblicato da Paolo Sardi, 07/07/2004
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox