Autore:
Federico Sardo

LAMBORGHINI MIURA, IL MITO Nonostante sia stata prodotta soltanto tra il 1966 e il 1973, e in soli 763 esemplari, Lamborghini Miura è tuttora amatissima e considerata dagli appassionati di tutto il mondo come una delle migliori auto che si siano mai viste. Presentata al Salone di Ginevra 1966, Miura è stato un capolavoro di ingegneria e di stile, che oggi viene venduto all'asta per cifre che superano il milione di euro. Da tempo gli appassionati sognano una sua riedizione, ma ancora non ci sono informazioni ufficiali in questo senso. È intervenuto però Pedro Ruperto, rendering artist dietro alle invenzioni di Ruperto Design, immaginandone una versione aggiornata al presente, pronta per il futuro.

IL RENDER DI RUPERTO DESIGN Non era un'impresa facile, perché sarebbe bastato pochissimo per rovinare quello che è un design iconico, ma il progetto di Ruperto riesce a aggiornare la Miura senza tradire le sue origini. Il rendering immagina ancora intorno ai fari le famose "ciglia" dell'originale, e le prese d'aria vicine ai finestrini. Al posto degli specchietti laterali compaiono invece delle telecamere sui passaruota anteriori. Ruperto ha aggiunto al modello originale anche aggressive minigonne laterali e un parabrezza avvolgente. Il design della fascia anteriore prende a prestito alcuni elementi da supercar attuali come Aventador e Huracan, come per esempio le sottili luci a LED che sostituiscono gli storici fari circolari.

Lamborghini Miura, il mito

QUALE MOTORE? Il rendering si concentra soltanto sull'aspetto esteriore, senza immaginare gli interni, ma è facile scommettere che Lamborghini la equipaggerebbe con le innovazioni tecnologiche più avanzate per quanto riguarda comodità, sicurezza e infotainment. Non esistono informazioni per quanto riguarda i dettagli tecnici della versione immaginata da Ruperto Design di Lamborghini Miura, ma il sito americano CarBuzz suppone che se fosse mai messa in produzione, sarebbe probabilmente equipaggiata con il V12 da 6.5 litri di Lamborghini che già fa bella mostra di sé sulla Aventador SVJ con i suoi 770 cv e 720 Nm di coppia.

LA REALTÀ Lasciando perdere i sogni e tornando alla realtà, per ora non ci sono veri e propri piani per un ritorno di Miura da parte della Casa di Sant'Agata Bolognese, ma nel 2017 Stefano Domenicali (CEO Lamborghini) ha dichiarato che potrebbe succedere. Solamente, non nell'immediato futuro.


TAGS: lamborghini lamborghini miura render ruperto design