Pubblicato il 04/02/2020 ore 19:30

STOP AI VEICOLI NON ZERO EMISSIONI Dopo la Brexit il primo ministro inglese Boris Johnson torna a occupare le prime pagine dei giornali. Questa volta la notizia riguarda l'emergenza climatica e come fronteggiarla riducendo l'inquinamento. Su questo punto BoJo ha pochi dubbi: “Niente più vendite di diesel e benzina dal 2035 nel Regno Unito''. L'idea è mettere al bando tutti i veicoli che non siano a emissioni zero, ibridi compresi. 

IL PIANO ANTICIPATO Stop alla vendita di veicoli diesel, benzina e ibridi, dunque. È questo il piano dell'Inghilterra per raggiungere l'ambizioso obiettivo di eliminare del tutto le proprie emissioni di gas serra entro il 2050. La notizia anticipa di cinque anni i tempi stabiliti dallo stesso progetto che, nel 2017, prevedeva di mettere al bando l'acquisto di auto nuove a diesel o benzina nel 2040. A questo il primo ministro del Regno Unito ha aggiunto che, qualora le circostanze lo permettessero, si potrebbe addirittura pensare di accorciare ulteriormente i tempi. Ma quindi cosa si potrà guidare? Il mercato dell'elettrico non è ancora abbastanza avviato e questo ha destato le preoccupazioni dell'associazione britannica dei costruttori

I DUBBI Le case autonomibilistiche stanno investendo per dare vita a un futuro a emissioni zero, con circa 60 modelli plug-in attualmente sul mercato e altri 34 in arrivo nel 2020. Si tratta però di tecnologie costose, e la fetta di mercato che le richiede non è ancora sufficiente a mantenere le promessa fatta dal governo inglese in occasione del lancio del vertice sul clima COP26, che si terrà a Glasgow il prossimo novembre. Per non parlare della rete di ricarica del Regno Unito, inadeguata ad assecondare un simile futuro, specie così prossimo. 

SOLO ELETTRICO Nel 2018 il governo aveva lasciato aperta la possibilità di circolare ai veicoli a bassissime emissioni, come ibridi e ibridi plug-in, a patto che sulla scheda tecnica riportassero emissioni inferiori a 75 g/km di CO2. Tuttavia, il nuovo piano vieterà la vendita di qualsiasi veicolo che non sia a zero emissioni. Considerando la tecnologia di cui disponiamo al momento, dunque, le porte restano aperte solo a veicoli elettrici o a idrogeno. 

SARÀ POSSIBILE? Sembrerebbe una follia, ma dalle ultime notizie trapelate pare che le politiche lanciate dal governo - e per cui sono stati investiti 1,5 miliardi di sterline - per promuovere l'uso dei veicoli elettrici stiano dando i loro frutti. Non ci resta che aspettare, dunque, e vedere se il Regno Unito e i costruttori di automobili si faranno trovare pronti per le nuove regole nei tempi stabiliti. 

 

 


TAGS: stop auto diesel stop auto stop auto benzina stop auto ibride