Pubblicato il 28/01/2020 ore 14:35

FORD GT SPEEDSTER Si torna a parlare di rendering. Moda dilagante degli ultimi anni. In questo caso il lavoro di pixel ha coinvolto un'auto che ha scritto alcune delle pagine più memorabili della storia del motorsport, la mitica Ford GT (qui sotto). Per lei, per l'occasione, è stata scelta un'incarnazione Speedster, chesi rifà alle berchette che un tempo correvano la 24 Ore di Le Mans e la fa sedere l'auto dell'Ovale Blu al tavolo delle Speedster insieme a Ferrari Monza SP1 e SP2 e McLaren Elva. La prima cosa che salta all'occhio, nel disegno, è l'ovvia mancanza del tetto. Il parabrezza, invece, per quanto piccolo, c'è e all'interno spicca un paio di sedili da corsa Sparco.

Ford GT

IL RENDERING La seconda generazione della GT è di fatto una macchina da corsa che si può guidare con una normale patente da strada, quindi è difficile che per poter viaggiare con il vento tra i capelli si sia disposti a mettere in discussione le prestazioni. Quella immaginata nel rendering, però, fa sognare: chissà che qualche fortunato collezionista non tragga ispirazione... Via: Car News Network

 


TAGS: ford gt rendering ford gt rendering ford gt speedster