Autore:
Andrea Rapelli

BUON 2015 L'anno nuovo ha portato buone notizie per il mercato auto. Perché gli ultimi dati rilasciati dall'UNRAE, relativi a dicembre 2014, indicano un aumento – seppur timido – pari al 2,4% delle immatricolazioni di auto nuove. Rispetto all'intero 2013, invece, il dato cresce fino al 4,2%. Dai numeri emerge però ancora un dato preoccupante: la quota dei privati diminuisce ancora.

SUPER NOLEGGI Le famiglie, infatti, hanno fatto segnare un record negativo, con poco più di 854.000 vetture consegnate nell'arco del 2014 e una quota dell'intero mercato auto che si attesta al solo 62,3% (la più bassa di sempre). A crescere, e tanto, sono stati invece i noleggi, con un +13,6% e 262.252 unità (quota di mercato del 19,3%) e le vendite a società, con un +3,4%. Ad ogni modo, nel 2014 si sono vendute 1.359.616 vetture, per l'appunto il 4,2% in più rispetto al 2013.

FESTIVAL DELL'IBRIDO In questo scenario di lenta ripresa fanno segnare un bel +41% le ibride – anche se il totale delle immatricolazioni rimane solo l'1,86% del mercato, con 21.387 esemplari. Buoni risultati anche per le elettriche (+26% ma ancora una goccia nel mare in senso assoluto), le GPL (+7,3%) e quelle alimentate a Metano (+5,3%). Cresce del 6,8% la presenza di auto a gasolio mentre la benzina continua il suo trend negativo, perdendo il 2%.

TOP TEN Nelle prime tre posizioni della Top 10 dei modelli più venduti a dicembre stilata dall'UNRAE ci sono Fiat Panda, Punto e Lancia Ypsilon. Per quanto riguarda le diesel la regina si chiama Fiat 500 L, con quasi 38.000 unità vendute, seguita da Panda e Volkswagen Golf. Ottimo il secondo posto conquistato dalla neonata Jeep Renegade a dicembre 2014, con 1.784 esemplari diesel immatricolati. La rivedremo sicuramente nelle parti alte della classifica anche nel 2015.

FIAT IN TESTA (MA DI POCO) A dominare il mercato in Italia c'è sempre il Gruppo Fiat, forte di 378.183 auto vendute nell'anno, che gli valgono però solo l'1,02% in più rispetto al 2013. Ottimi risultati per Maserati (+378% nell'anno, con 1.235 esemplari consegnati), Jeep, con un +94,44% rispetto al 2013 e Ferrari, che fa segnare un +20,11%. Appannate Alfa Romeo (-10,53%) e Lancia (-2,74%, nonostante la performance notevole della Ypsilon). Buoni risultati anche per il Gruppo Volkswagen, al secondo posto (quasi 186.000 auto immatricolate nel 2014) e per il Gruppo Renault-Dacia, con un +28,81% rispetto al 2013.

L'ORIENTE VA Il 2014 sarà ricordato anche per i discreti risultati raggiunti dai Marchi orientali: da Hyundai (+9,1%) a Toyota, +12,44% (strabiliante, seppur con numeri ancora bassi, il +81% raggiunto da Lexus) passando dal +44,44% di Infiniti, dal +14,23% di Suzuki e dal +15,36% di Mazda, senza dimenticare il +25,25% conquistato da Mitsubishi. Unica pecora nera Subaru, che ha perso nel 2014 il 18,19% di vendite.

Allegato Dimensione
dicembre2014_UNRAE_marca_54a6cd1903dd4.pdf 57 Kb
dicembre2014_UNRAE_gruppi_54a6ccf7b41f8.pdf 67 Kb
dicembre2014_top10_54a6cebf60db9.pdf 21 Kb
dicembre2014_struttura del mercato_54a6c699760bc.pdf 16 Kb
dicembre2014_Top10_carrozzeria_54a6c679e59f6.pdf 20 Kb
dicembre2014_top_alimentazione_54a6ce96bdfe2.pdf 57 Kb
dicembre2014_Top10_segmento_54a6c66348a77.pdf 15 Kb