Icone

50 anni di Renault 4: guarda la mega gallery


Avatar di Luca Cereda , il 31/05/11

10 anni fa - La storia dettagliata di un fenomeno di costume prima ancora che commerciale

Un best seller universale, alla stregua del Maggiolino e della Ford T. Ma anche un mito per intere generazioni, che con lei hanno mosso i primi passi (e non solo) su quattro ruote. Quest'anno, fanno 50: ecco perché e come è nata. Più una ricca gallery.

Benvenuto nello Speciale 50 ANNI DI RENAULT 4: GUARDA LA MEGA GALLERY, composto da 2 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario 50 ANNI DI RENAULT 4: GUARDA LA MEGA GALLERY qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

8.135.427 esemplari venduti in oltre 31 anni di carriera ne fanno la terza auto (di quelle fuori commercio) più venduta della storia, dopo il Maggiolino Volkswagen e la Ford T. Il fatto, poi, che sia stata prodotta in 27 stabilimenti diversi e commercializzata in più di 100 Paesi, le attribuisce di diritto l’epiteto di “fenomeno mondiale”, trasversale alla geografia e alle culture. Ma se la Renault4 è diventata un’icona, lo deve anche a tanti altri aspetti. Non direttamente traducibili in numeri, ma legati piuttosto alla sua storia: il contesto in cui è nata, si è diffusa, i cambiamenti in atto nelle generazioni che ha motorizzato. Un fenomeno di costume, dunque, prima ancora che commerciale.

VEDI ANCHE



E proprio al costume si legano a doppio filo le origini della Renault 4. Gli anni erano quelli dei blue jeans quando Pierre Dreyfus, allora direttore della “Régie nationale des Usines Renault”, ebbe l’idea: creare un’auto versatile, economica e universale come un paio di jeans. Che motoristicamente parlando si è poi tradotta in una vettura dai bassi costi di gestione, adatta a qualsiasi tipo di contesto (e terreno, compreso il fuoristrada “soft”) unisex, multifunzionale e dall’abitacolo generoso. Com’era appunto la Renalt 4.

Al lancio furono presentate tre versioni: la R3, la R4 e la R4L, dove la “L” (di “lusso”) distingueva la meglio equipaggiata. Via via nel tempo la R4 ha poi svelato la sua anima trasformista, diventando furgonetta, 4x4, e pure cabrio, senza contare le più celebri varianti che ne hanno scandito la carriera: la Parisienne del 1963, la Safari del 1975, la Jogging del 1981 e la Sixties del 1985. L’ultima della serie fu la “Bye bye” (a tiratura limitata e numerata) lanciata nel 1992, quando cessò la produzione della R4. Cambio a tre marce con la leva ad ombrello, motore da 750cc e il volante hula-hoop: sembra la preistoria. E invece sono passati cinquant’anni giusti giusti, che ripercorriamo proponendovi la storia della R4 raccontata dalla Renault. Guarda qui sotto "La vera storia della Renault 4" e "Dalla prima all'ultima Renault 4: cronologia di un mito".


Pubblicato da Luca cereda, 31/05/2011
Gallery
50 anni di Renault 4: guarda la mega gallery
Logo MotorBox