Pubblicato il 19/05/20

LA NUOVA GOLF SW L'arrivo era previsto entro fine 2020 e la denominazione è quindi Volkswagen Golf Variant 2021. Sul vero lancio commerciale della nuova Golf station wagon, tuttavia, non ci sono certezze, perché al di là delle buone intenzioni il lento riavvio delle attività e la difficile situazione del mercato dopo il lockdown da coronavirus potrebbero indurre ritardi. 

CAMUFFATURE MINIME Sia come sia, la Golf Variant di prossima generazione è stata colta dai nostri fotografi durante lo sviluppo in Germania. Il prototipo che vedete nella foto gallery mostra camuffature minime, evidenziando un frontale identico a quello della Golf 8 berlina. C'è un po' di nastro adesivo nero a nascondere il vero profilo dell'ultimo finestrino laterale e del nastro adesivo bianco per far assomigliare i gruppi ottici posteriori a quelli della Golf 7, ma nell'insieme le immagini forniscono un ritratto piuttosto completo dell'auto.

Volkswagen Golf Variant 2021: evidenti le camuffature del finestrino e dei fanali

UGUALE ANCHE DENTRO Come era prevedibile, la maggior parte delle differenze tra la Golf normale e la Variant si concentra dal montante centrale. Da lì in poi la linea del tetto si allunga con una forma piatta, per raccordarsi con uno sbalzo di coda più pronunciato. All'interno, il design, gli allestimenti e le soluzioni tecnologiche riprenderanno quelle della Golf berlina, ma se tecnologie come plancia digitale, cambio DSG 7 e comunicazione tra vetture e tra l'auto e l'infrastruttura verranno quasi certametne confermate, è anche probabile che - lato motori - l'offerta per il mercato italiano verrà razionalizzata con un occhio di riguardo alle flotte piuttosto che per scatenare la passione dei privati.

AUTO DA FLOTTE Per capirci, della Variant vedremo meno versioni rispetto a quelle previste per la Golf normale. In pratica, è probabile che per la Variant si rendano disponibili il diesel 2.0 TDI da 115 CV e il benzina mild hybrid a 48 V da 130 CV. In un secondo momento la gamma potrebbe allargarsi con la Variant a metano, ma quasi certamente non vedremo varianti plug-in hybrid né la potentissima versione R a trazione integrale (mentre una semplice caratterizzazione estetica in chiave R Line non è affatto da escludere). La versione a benzina da 150 CV ACT è, al momento, un grosso punto interrogativo, al pari del diesel da 150 CV. Stay tuned!


TAGS: volkswagen golf volkswagen golf variant golf station wagon