GAME OVER, SI VARIANT Per un motivo o per l'altro, siete innamorati di Volkswagen Golf formato station wagon? Fossimo in voi, affretteremmo il passo e correremmo in concessionaria a prenotarne un esemplare. Non vuoi mai che da un momento all'altro scomparisse per magia dal configuratore. Non solo Golf di nuova generazione non avrà un alterego in carrozzeria familiare (né una variante a 3 porte, stando ai rumors). Pure l'edizione di Golf Variant a oggi in vendita rischia di uscire dal listino ancor prima della sorella a due volumi, e insieme ad essa la declinazione in chiave tout terrain Volkswagen Golf Alltrack. Il pubblico le snobba: perché mai una wagon (o un crosswagon), quando a catalogo ho alternative come Tiguan, T-Roc, T-Cross, e chi più ne ha (e a Wolfsburg ne hanno, in serbo), più ne metta?

MONOPORZIONE GOLF L'uragano sport utility-crossover ha spazzato via le station wagon, nuova Golf non dovrà in alcun modo ostacolare l'ascesa di altri prodotti sempre più mainstream come la coppia di T-Suv. In Europa, così come su altri mercati come quello nordamericano. Tempo che Golf 7 spari le ultime cartucce, poi di Variant ed Alltrack non sentiremo più parlare. Una lacrimuccia ci sta tutta: la variante con il portellone è sempre stata saggia soluzione a mezza via tra Golf a 5 porte e Passat Variant, minori ingombri (4 metri e 57 di lunghezza) e capacità di carico di tutto rispetto (660 litri). Allo stesso tempo, va pur detto che l'offerta di prodotti adatti a trasportare cose e persone si è via via allargata, e anche orfani di Golf Variant/Alltrack, gli aficionados del marchio tedesco troveranno uno scaffale ricco di proposte. Quindi: il 2019 come data dello switch, da un modo di vedere l'auto al nuovo corso a tutto Suv. Piaccia, oppure no.


TAGS: volkswagen golf volkswagen golf variant volkswagen volkswagen golf alltrack