Supercar KTM X-Bow GTX (2020): scheda tecnica, motore
Supercar

KTM X-Bow GTX, il ritorno della supercar austriaca [video]


Avatar di Dario Paolo Botta , il 23/10/20

10 mesi fa - Supercar KTM X-Bow GTX: il video della nuova roadster austriaca

La GTX non punta solo a polverizzare le performance della prima X-Bow, ma sfida senza timore supercar blasonate. Il video

AGGIORNAMENTO 23/10/2020 h 18:00

LEGGEREZZA E AGILITÀ Performance, tecnologia e tanta ma tanta adrenalina: queste le parole per descrivere nuova KTM X-Bow GTX. Parlimao di una vettura nata per ridefinire il concetto stesso di supersportiva. Pesi ridotti, aerodinamica sopraffina e maneggevolezza senza pari sono solo alcuni dei tratti salienti dell'esuberante bolide austriaco. KTM X-Bow GTX è fra le prime vetture GT equipaggiate con monoscocca omologata in materiale composito, roll bar in abitacolo e sedile da competizione in fibra di carbonio. Con un tale pedigree KTM X-Bow GTX è in grado di competere ad armi pari con le supercar più quotate. Niente da rimpiangere dunque in termini di accelerazione, velocità massima e tenuta di strada. Naturalmente, il nuovo modello rimane fedele al DNA della X-Bow originale: radicale, purista, precisa e votata alla masssima performance. Per gustarvi l'ultimo gioiello di Mattighofen non vi resta che cliccare sul link a centro pagina, alzare il volume e godervi lo spettacolo!

VEDI ANCHE



[ARTICOLO ORIGINALE]

PESO PIUMA Era il 2007 quando KTM presentava la X-Bow, una roadster leggerissima (721 kg) dal telaio progettato in collaborazione con Dallara e spinta da un 4 cilindri TFSI di derivazione Audi da 237 CV di potenza. Tredici anni più tardi la Casa austriaca ci riprova, presentando in anteprima la X-Bow GTX. Ve ne avevamo parlato alcuni mesi fa, ora è giunto il tempo delle conferme: GTX non punta solo a eclissare i numeri dell’antenata, l’obiettivo dichiarato è sfidare senza remore la concorrenza delle supercar più blasonate. Mentre la prima X-Bow era poco più che una sportiva biposto a ruote scoperte, la nuova GTX è un vero capolavoro d’ingegneria e gran parte del merito va alla sua monoscocca hi-tech in fibra di carbonio, che le permette di fermare la bilancia a 1.048 chilogrammi.

CAVALLI TEDESCHI Per consentire a X-Bow GTX di raggiungere prestazioni di urlo, i tecnici KTM hanno rinnovato la partnership con Audi, installando questa volta un 2.5 litri cinque cilindri turbo in grado di sviluppare 530 CV e 650 Nm di coppia. La trasmissione è invece costituita da un cambio sequenziale 6 marce MF, firmato dall’azienda australiana Holinger Engineering. L’impianto frenante si avvale di pinze a sei pistoncini che mordono dischi freno da 378 mm di diametro all’anteriore, mentre al posteriore troviamo uno schema a quattro pistoncini su dischi da 355 mm.  KTM X-Bow GTX: l'abitacolo KTM X-Bow GTX: l'abitacoloINTERNI RACING L’abitacolo di KTM X-Bow GTX gode di una componentistica di altissimo livello e di uno specifico roll-bar omologato secondo le specifiche del campionato GT. Il volante da corsa è in pelle scamosciata e ricorda in tutto e per tutto quelle delle monoposto di Formula 1, con un display digitale centrale che riporta i principali dati di marcia. Inoltre il sedile sportivo regolabile Recaro in carbonio-kevlar è fornito di un’imbracatura da corsa Schroth a sei punti. Gli specchietti laterali sono scomparsi e hanno lasciato posto a telecamere esterne che trasmettono immagini su appositi schermi all’interno dell’abitacolo. Nuova KTM X-Bow GTX è già in vendita a un prezzo di 230.000 euro.


Pubblicato da Dario Paolo Botta, 23/10/2020

Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox