LAURA ORA C'È Una segretaria tuttofare, talmente sveglia da comprendere domande strascicate anche in dialetto stretto. "Piacere, Laura", e al volante di Skoda Kamiq e Skoda Scala non sarai più abbandonato al tuo destino. Il brand ceco prende esempio da Mercedes e BMW e carica a bordo il suo primo assistente vocale intelligente. Ma a differenza dei sistemi in uso sui due marchi deutsche, le assegna un nome proprio. "Okay, Laura", e lei si mette in un battibaleno al tuo servizio. 

HOW CAN I HELP YOU? Non è nemmeno necessario premere un pulsante, per attirare la sua attenzione basta pronunciare la parola d'ordine. E così impostare una destinazione nel navigatore, richiamare un contatto dalla rubrica, ma anche individuare ristoranti, postazioni ATM, stazioni di rifornimento, oppure selezionare una stazione radio, su Kamiq e Scala diventa a prova di...analfabeta digitale. Guarda la video dimostrazione.

LAUREA IN LINGUE Anche perché "Laura" parla sei lingue (tra le quali l'italiano) e capisce persino espressioni colloquiali dialettali. In più durante il dialogo il volume della radio non si ammutolisce ma soltanto perde intensità, così da trasmettere una sensazione ancor più naturale. L'assistente vocale è ora disponibile su Skoda Kamiq e Scala in allestimento Style, quello cioè che prevede il sistema di navigazione Amundsen con display touch da 9,2 pollici ed eSIM integrata. Okay, Laura, sei assunta.


TAGS: skoda skoda kamiq skoda scala skoda assistente vocale