Porsche 911 (992): in arrivo le Carrera mild hybrid e plug in hybrid
Anteprima

Porsche 911 PHEV: la Carrera plug-in hybrid è in arrivo


Avatar di Emanuele Colombo , il 11/12/18

2 anni fa - Porsche 911 (992): in arrivo le Carrera mild hybrid e plug in hybrid

Ecco come saranno fatte le future Porsche 911 Mild Hybrid e Plug In Hubrid, basate sulla nuova Porsche Carrera 992

LA CARRERA ELETTRIFICATA La nuova Porsche 911 di ottava generazione appena lanciata, ossia la serie 992, è gia pronta per accogliere motorizzazioni mild hybrid e ibride plug-in. La realizzazione di una Carrera PHEV, in grado di viaggiare in modalità esclusivamente elettrica, è già nei piani dell'azienda, fa sapere August Achleitner, a capo dello sviluppo dei modelli sportivi. Di più: “Abbiamo applicato alla 911 l'esperienza maturata con le versioni ibride di Cayenne e Panamera, così come della 918 Spyder. In futuro, questo ci permetterà di offrirla con capacità di viaggiare in modalità puramente elettrica”, chiosa Achleitner. I muletti per la sperimentazione starebbero già marciando, si dice.

L'ELETTRICO NEL CAMBIO Se infatti la nuova Porsche 922 appena presentata continua a montare il motore Boxer a 6 cilindri 3.0 litri biturbo da 450 CV, è altrettanto vero che la piattaforma della nuova Carrera è stata studiata apposta per accogliere livelli crescenti di elettrificazione. La trasmissione, per esempio, è stata resa più compatta e in grado di ospitare un motore elettrico all'interno della campana del cambio, il noto PDK a doppia frizione e 8 marce di produzione ZF. Merito del pacco ingranaggi, ora più corto di 10 cm.

VEDI ANCHE



TRAZIONE INTEGRALE ELETTRICA Il cambio, inoltre, è ora in grado di sopportare fino a oltre 800 Nm di coppia, una caratteristica necessaria per reggere l'elevato carico generato dai motori elettrici. La stessa trazione integrale delle Porsche Carrera 4 e 4s verrebbe modificata per poter dirottare fino al 50% della potenza alle ruote anteriori e, come il sistema della 918 Spyder, abbandona un sistema di trasmissione elettromeccanico per una gestione completamente elettrica, che consente un maggior recupero di energia.

POTREBBE BATTERE LA TURBO La batteria verrebbe alloggiata molto in basso nel frontale, determinando un baricentro più vicino al suolo e una distribuzione delle masse significativamente diversa rispetto al 39:61 per cento che caratterizza l'attuale Carrera S. Punto di riferimento, quanto a prestazioni, sarebbe la Panamera S E-Hybrid, accreditata di 50 km di autonomia nella marcia in modalità elettrica (calcolata secondo il vecchio ciclo NEDC) e 680 CV di potenza. Difficilmente la 911 raggiungerà una simile cavalleria, visto che non monta né monterà il motore V8 da 4.0 litri della berlina, ma l'ipotesi che possa surclassare la Porsche 911 Turbo S della precedente generazione non è campata per aria.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 11/12/2018
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox