news

Pininfarina Nido, le nuove foto


Avatar Redazionale , il 26/09/04

17 anni fa -

Nido: quale nome migliore per un'auto piccola, accogliente, da usare tutti i giorni in mezzo al traffico? Pininfarina dimostra che ha da dire la sua anche in campo smartistico e proporrà a Parigi la microcar italiana a due posti, sicura dentro e fuori. Anticipata da un'unica foto.

Benvenuto nello Speciale PREMI: L'AUTO PIÙ BELLA DEL MONDO, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario PREMI: L'AUTO PIÙ BELLA DEL MONDO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DIVERSIFICARE Che non fosse capace di disegnare soltanto supersportive, si sapeva. E si sapeva anche di quel certo gusto per la ricerca e l'innovazione che molti designer, specie se legati anche alla produzione, sanno infondere ad oggetti assolutamente ordinari. In Pininfarina hanno studiato la forma, pensato bene all'uso, alle esigenze quotidiane, aperto una finestra sul futuro prossimo per afferrare tecnologia e tendenze. E alla fine un prodotto banale viene stravolto.

CELLULA Tutta aperta verso l'alto (attraverso un tetto vetrato che fa apparire le fiancate come un abbraccio), tanto compattata da contare solo due posti, carina e ludica, la Nido è in pratica la Smart all'italiana. Rimane la stessa idea base, quella di un'utilitaria intelligente e simpatica, ma evoluta in cellula protettiva per andare alla volta del centro. Non più solo furbetta (Smart appunto) ma soprattutto morbida, coccolosa.

DOG-SITTER Piena di attenzioni anche per i pedoni. Lasciando da parte plance allestite come uffici hi-tech e altri vezzi, la Nido pensa a quelli che della città rimangono i principali utenti. Mamme con i bambini, vecchiette che attraversano, dog-sitter a spasso e in generale chi si muove a piedi sono al centro del progetto. Quasi come chi, rispetto all'auto, viaggia all'interno.

360 GRADI La protezione in caso di urto con i passanti - quel pedestrian impact che diventa una colonna portante dei nuovi crash-test - è stato uno degli aspetti più curati. La city-car viene elaborata per essere sicura a 360° e non solo per i passeggeri. Un po' come se si riconciliasse (in parte) con un ambiente urbano verso cui spesso mostra aggressività. La via dei nuovi modelli, e non solamente le anti-Smart, sarà questa.


Pubblicato da Silvio jr. Suppa, 26/09/2004
Gallery
PREMI: L'auto più bella del mondo
Logo MotorBox