Autore:
Massimo Grassi

RIMANERE FEDELE Inizio dicendovi subito che no, il restyling della Peugeot 308 non avrà il nuovo iCockpit delle sorelle 3008 e 5008. La compatta francese rimarrà fedele alla strumentazione analogica, naturalmente sempre rialzata, e al monitor centrale integrato nella plancia e non simile a un tablet. Peccato, anche perché la sua acerrima rivale Volkswagen Golf ha approfittato del primo restyling della sua storia per montare l’Active Info Display. La sfida tra compatte però non si risolve nel vedere chi ha la strumentazione più cool. No. E la francese ha tante frecce al proprio arco.

IL GIUSTO A guardare le prime foto ufficiali del restyling della Peugeot 308 si nota come l’opera di ringiovanimento abbia riguardato piccolo particolari, come ad esempio il frontale (simile a quello della 2008) e il disegno dei fari. La compatta francese rimane comunque fedele allo stile originale e non stravolge un’immagine che si è rivelata vincente.

PIÙ TECNOLOGIA Ok, come detto all’interno della Peugeot 308 restyling c’è ancora la prima versione dell’iCockpit, ma non mancano comunque numerose novità tecnologiche. Prima di tutto il sistema di infotainment ora è compatibile con Apple CarPlay, Android Auto e Mirror Link. Ci sono poi tanti (praticamente tutti) sistemi di assistenza alla guida: cruise control adattivo con funzione stop, frenata d’emergenza, telecamera a 180° e Park Assist.

QUI MOTORI Le novità maggiori sono riservate alla gamma motori. La nuova Peugeot 308 monterà il nuovo 1.6 BlueHDi da 130 cv con SCR, mentre il 2.0 turbodiesel da 180 cv (esclusiva per la versione GT) sarà abbinato esclusivamente al nuovo cambio automatico EAT8 a 8 rapporti. Sul fronte benzina le novità sono minori e riguardano ottimizzazioni per consumi ed emissioni del 3 cilindri di 1,2 litri. Prezzi e disponibilità non sono ancora stati comunicati.       

               

 


TAGS: peugeot peugeot 308 restyling