Nuova Suzuki Jimny LWB: la 4x4 a passo lungo. Le foto
Anticipazioni

Nuova Suzuki Jimny LWB: la piccolina allunga il passo


Avatar di Alessandro Perelli , il 16/03/21

8 mesi fa - Le prime foto del fuoristrada giapponese con carrozzeria a passo lungo

La Suzukina si fa più versatile allungando la carrozzeria per regalare spazio al baule. Dovrebbero arrivare anche una cinque porte e il pick-up

PASSO LUNGO E BEN DISTESO Suzuki non lascia, ma raddoppia. Sappiamo che la Jimny è vittima di uno stop alle vendite in Europa poiché il suo motore non risponde alle sempre più severe normative antinquinamento. Ma dal Giappone non si sono dati per vinti, anzi, si preparano alla controffensiva buttando nella mischia la versione a passo lungo del suo, ormai, iconico fuoristrada. Queste sono le prime foto spia della Suzuki Jimny LWB, che dà risposta anche alla crescente domanda di un maggiore volume di carico offerto dal baule della versione attuale. Infatti, è cosa nota che una delle mancanze più evidenti della 4x4 giapponese è la quasi totale assenza di spazio per i bagagli. Come si può osservare nonostante la pesante mimetizzazione, la carrozzeria rimane a due porte, la lunghezza extra andrà a vantaggio dei passeggeri posteriori, che avranno accesso ribaltando gli schienali davanti e aggiungerà qualche litro al vano di carico striminzito dell’attuale Jimny.

VEDI ANCHE



Nuova Suzuki Jimny LWB: con il passo lungo più spazio per il baule Nuova Suzuki Jimny LWB: con il passo lungo più spazio per il baule

ARRIVERÀ CON 5 PORTE E ANCHE PICK-UP Ciò che è più importante, tuttavia, è che la nuova Suzukina conferma i piani produttivi dei giapponesi di offrire un modello a cinque porte in una fase successiva, oltre a una versione pick-up con due porte, ma una capacità di carico molto elevata nel cassone posteriore. Resta da vedere se Suzuki aggiungerà qualche cavallo al motore 4 cilindri 1,5 litri da 102 CV utilizzato finora, ma cosa più importante, se presenterà un aggiornamento tecnico per ridurre le emissioni di CO2 a un livello che aiuti il piccolo fuoristrada a tornare sul mercato del Vecchio Continente scongiurando le sanzioni dell'UE. Tuttavia, per sapere qualcosa di più preciso dovremo aspettare ancora qualche mese.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 16/03/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox