Pubblicato il 09/07/20

OPEN TOP Neanche un mese fa circolava in rete un rendering di Lamborghini Sián versione roadster. Qualcuno già sapeva, o forse ha avuto l'intuizione giusta? Fatto sta che oggi la supercar aperta è realtà. Andiamo a scoprire l'ibrida open top di Sant'Agata Bolognese più potente di sempre, ma non dimenticate di visitare la gallery con foto e video (a presentare la vettura, l'ad Stefano Domenicali in persona).

HYBRID POWER Il V12 ibrido con valvole di aspirazione in titanio della Sián Roadster è certamente uno dei pezzi forti: i 785 CV a 8.500 giri/min del motore tradizionale, grazie al connubio del sistema ibrido - un motore elettrico da 48 V per 34 CV - schizzano a quota 819 CV, con una velocità massima di oltre 350 km/h e uno 0-100 da 2,9 secondi. Il motore Lamborghini più potente di sempre, almeno finché non arriva la SCV12 da 830 CV...

Lamborghini Sian Roadster

NO ALLA BATTERIA Contrariamente al classico sistema con batteria agli ioni di litio, la Sián Roadster, così come la versione Coupé, utilizza un supercondensatore, capace di immagazzinare una quantità di energia dieci volte superiore. Il sistema, posizionato tra abitacolo e motore, garantisce inoltre una perfetta distribuzione dei pesi. Tre volte più potente di una batteria dello stesso peso e tre volte più leggero a parità di potenza, il sistema elettrico composto da supercondensatore e motore elettrico pesa appena 34 kg, per un sorprendente rapporto peso-potenza di 1,0 kg/CV. Il flusso di potenza simmetrico garantisce la medesima efficienza sia nel ciclo di carica che in quello di scaricamento, dando origine alla soluzione ibrida più leggera ed efficiente.

Lamborghini Sian Roadster: il posteriore

RIGENERANTE La Lamborghini Sián Roadster è poi dotata di un sistema di frenata rigenerativa sviluppato ad hoc dal Toro. Grazie al comportamento simmetrico del supercondensatore che, a differenza delle normali batterie agli ioni di litio, può essere caricato e scaricato con la medesima potenza, il sistema di accumulo della Sián si carica completamente ogni volta che la vettura frena. L’energia immagazzinata è così subito disponibile, e consente al conducente di sfruttare istantaneamente l’aumento di coppia in accelerazione, fino a 130 km/h, quando il motore elettrico si disconnette in automatico. Questo va a migliorare la fluidità di manovra e rende la vettura più veloce di un’auto che non monta questo sistema, oltre a permettere di ottenere un’accelerazione istantanea a marce basse, con una forza di trazione migliorata (in terza marcia - dicono in Lamborghini - del 10%), grazie alla combinazione del motore V12 con il sistema ibrido.

Lamborghini Sian Roadster: gli interni

EDIZIONE LIMITATA La Sián Roadster fa il suo debutto in Blu Uranus, colore appositamente selezionato dal Centro Stile Lamborghini ma, tramite il reparto Ad Personam, ogni cliente può personalizzare colori e interni dell’auto fin nei minimi dettagli. I cerchi sono invece rifiniti in Oro Electrum, il colore scelto da Lamborghini come simbolo dell’elettrificazione. La colorazione esterna di Sián Roadster si ripete negli interni, dove ritroviamo un’elegante combinazione di bianco, dettagli in Blu Glauco ed elementi in alluminio Oro Electrum, mentre le bocchette realizzate mediante stampa 3D, dal design rinnovato, possono essere personalizzate con le iniziali del cliente. La Lamborghini Sián Roadster sarà realizzata in 19 esemplari, già tutti venduti. Se ci stavate facendo un pensierino, insomma, cercate altrove.


TAGS: lamborghini lamborghini sian Lamborghini Sian Roadster