Autore:
Luca Cereda

SACRILEGIO? Suona strano, ma è un segno dei tempi: anche un fuoristrada duro e puro come nuova Jeep Wrangler cede all'elettrificazione. Nel 2020 una variante ibrida plug-in si aggiungerà alla gamma motori della serie JL, la nuova generazione della Wrangler appena presentata. Lo annunciò al Salone di Los Angeles Mike Manley in persona, allora nelle vesti di capo del brand Jeep. Ora, nuovi dettagli.

CHIEDE UN PRESTITO? Il sistema ibrido deriva in larga parte da quello impiegato da FCA per Chrysler Pacifica, "cavia" grazie alla quale il Gruppo si sta costruendo un background in materia. Wrangler riceverà tuttavia un trattamento ad hoc: mentre Pacifica monta un 3.0 V6, due motori elettrici e un pacco batterie agli ioni di litio da 16 kWh, la variante a duplice alimentazione dell'off-road per definizione si baserà sul 4 cilindri 2 litri da 200 cv sviluppato in Europa da GME (German Motors & Engineering). 

TABELLA DI MARCIA Secondo indiscrezioni, Jeep Wrangler PHEV sarebbe già in fase di collaudo. Per comparire per la prima volta in pubblico ad uno dei prossimi saloni internazionali, e mettere infine le ruote su strada nel corso del 2020.

50 A ZERO Wrangler plug-in hybrid sarà accreditata anche di una consistente autonomia a zero emissioni. Possibile? Sì. Non solo guardando agli scenari futuri, ma anche a quelli presenti. La California, patria dell'elettrico, è uno dei mercati interni più importanti per Jeep negli Stati Uniti. E la chance che la Wrangler possa percorrere brevi tratti (probabilmente fino a 50 km) a impatto quasi zero, può agevolarne la diffusione.

IBRIDO SOFT Nota bene: la Jeep Wrangler 2018 verrà proposta anche in versione mild hybrid, equipaggiata con un duemila turbo supportato da un piccolo modulo elettrico alimentato da una batteria a 48 V.   


TAGS: jeep jeep wrangler 2007 jeep wrangler 2018 jeep wrangler ibrida jeep wrangler PHEV