Marzo 2021: mercato auto ancora in perdita. I dati di vendita
Mercato auto

Marzo 2021, mercato auto ancora in calo: -12,7% rispetto al 2019


Avatar di Claudio Todeschini , il 01/04/21

7 mesi fa - Marzo 2021: mercato auto ancora in perdita. Tutti i dati di vendita

Il confronto con i dati di due anni fa: a marzo 2020 era scattato il primo lockdown. Continua il boom delle ibride. Servono gli incentivi, dice Unrae

CONTINUA IL CALO Dopo mesi e mesi di segni “meno” e perdite a doppia cifra (-14% a gennaio, -12,3% a febbraio), sia in Italia che in Europa, i dati di vendita delle auto nuove relativi al mese di marzo 2021 segnano un ulteriore calo del 12,7%. Questa volta, però, le cifre sono confrontate con lo stesso periodo del 2019. Del resto, come ci ricorda Unrae (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri), a marzo dello scorso anno era già scattato il primo lockdown, quello pesante, con le aziende chiuse, le strade deserte e nessuno in circolazione. Allora, le vetture immatricolate erano state solo 28.415 (-85,4%).

Febbraio 2021, vendite auto al -12,3% Febbraio 2021, vendite auto al -12,3%

I NUMERI Le immatricolazioni di questi ultimi trenta giorni, nonostante due giorni lavorativi in più, sono comunque poche: 169.684 unità, 24.600 in meno rispetto a quelle di due anni fa. In generale, nel primo trimestre del 2021 sono state immatricolate 446.978 vetture, con un calo 16,9% rispetto al periodo gennaio-marzo 2019. Potete leggere rapporto completo in allegato in fondo a questa pagina, o cliccando questo link (formato PDF).

E GLI INCENTIVI? I fondi per sostenere l’acquisto di automobili meno inquinanti sono in rapido esaurimento, in particolare quelli relativi alle auto nella fascia 61-135 g/km CO2, mentre rimangono cospicui i finanziamenti per elettriche e plug-in, che però soffrono di una infrastruttura di ricarica ancora carente. Per questo motivo, anche alla luce dei dati pubblicati oggi, commenta così Michele Crisci, Presidente UNRAE: “il rifinanziamento degli incentivi per consentire la rottamazione nella fascia 61-135 g/km CO2 fino a fine giugno è a nostro parere una necessità non ignorabile da parte del Governo”.

VEDI ANCHE



Ecoincentivi 2021, fondi in rapido calo Ecoincentivi 2021, fondi in rapido calo

ALIMENTAZIONI Continua la crescita delle ibride, spinte anche dagli incentivi, che a marzo si confermano al secondo posto con il 27% della quota di mercato, dopo il 31% dei motori a benzina. In calo ancora il diesel, che arriva al 24,4%. Crescono leggermente i carburanti alternativi GPL (6,1%) e metano (2,6%). Boom per le plug-in, arrivate al 4,5%, e delle elettriche pure (BEV) al 4,3%. Le emissioni medie di CO2 scendono a 122,7 g/km rispetto i 135,8 di marzo 2020 (e dai 143,6 di marzo 2019).

SEGMENTI Continuano a piacere le auto piccole: in cima alle classifiche di vendita rimangono le utilitarie, al 38,8%, seguite dalle medie con il 29,6%. Terzo posto per le citycar al 15,7% di quota di mercato, crescita del segmento D che arriva al 13,7%. Segmenti E ed F stabili allo 1,8% e 0,3% rispettivamente. 

Mercato auto, i risultati di gennaio 2021 Mercato auto, i risultati di gennaio 2021

CARROZZERIE Le berline (categoria molto ampia in cui entrano le auto a due e tre volumi, tutte le utilitarie e le citycar) rimangono le auto più apprezzate, con una quota di mercato del 44,1% del totale. Seguono da vicino le crossover, con il 38,9% (sommate ai fuoristrada, superano però il 48% del totale). Le station wagon rimangono al 4,1%, mentre le monovolume e le multispazio insieme non raggiungono il 3% del totale.

AREE GEOGRAFICHE Il Nord Est compra il 32,2% di tutte le auto vendute, seguito dal Nord Ovest con il 29,6%. Cresce il Centro, con il 21,6% di quota, rimane stabile il Sud e le Isole, con 11% e 5,5% rispettivamente.

Allegato Dimensione
Mercato auto | Rapporto Unrae Marzo 2021 1950 Kb

Pubblicato da Claudio Todeschini, 01/04/2021
Vedi anche
Logo MotorBox