Autore:
Marco Congiu
Pubblicato il 17/09/2018 ore 09:47

EVOLUTION Quando ci mettono lo zampino la Lamborghini Squadra Corse, Dallara, ed i migliori ingegneri del Toro di Sant'Agata, il risultato è sicuro: un missile su ruote. Questa in quattro parole può essere la definizione più calzante e meno tecnica possibile della nuova Lamborghini Huracan GT3 EVO 2019. Presentata al Nurburgring in occasione della tappa tedesca del Lamborghini Super Trofeo Europe, questa Huracan GT3 EVO si migliora ulteriormente sotto diversi aspetti, aerodinamici in primis.

ORGOGLIO ITALIANO Dopo aver trionfato alla Rolex 24 di Daytona, alla 12 Ore di Sebring ed aver conquistato 12 titoli internazionali, la Huracan GT3 EVO porta al debutto diverse novità. Lo diciamo subito: qui di compromessi dettati dall'estetica non ce ne sono. I profili alari del frontale sono stati ridisegnati a seguito del lavoro durato un anno in collaborazione tra Lamborghini Squadra Corse e Dallara, e adesso l'anteriore dovrebbe garantire maggior deportanza rispetto al passato. Sparisce la fibra di vetro, sostituita dalla fibra di carbonio, mentre i camini anteriori si ampliano per migliorare l'efficienza del radiatore, soluzione questa derivata dalla Huracan Super Trofeo EVO.

CHICCHE MECCANICHE Non di sola aerodinamica vive un'auto da corsa. La Lamborghini Huracan GT3 EVO è stata rivista anche nel comparto sospensivo, con nuovi ammortizzatori Ohlins e braccetti in alluminio anziché in acciaio, e adesso vanta un nuovo sistema ABS ed un migliorato sterzo elettroidraulico. Sotto il cofano trova sempre spazio il glorioso V10 aspirato da 5.2 litri e oltre 600 CV di potenza, con nuove valvole in titanio ed albero a camme.

QUANDO ARRIVA La data del debutto è fissata per la 24 Ore di Daytona del prossimo gennaio. Gli ordini sono già aperti, sia per assicurarsi la vettura nuova sia per installare il pacchetto EVO 2019 per i proprietari di una Huracan GT3.  


TAGS: lamborghini lamborghini huracan huracan evo