Autore:
Emanuele Colombo

OLTRE IL MASSIMO Lamborghini aggiorna la sua ammiraglia e lancia oggi l'Aventador S. Quattro le novità principali: le ruote posteriori sterzanti, l'aerodinamica rivista, sospensioni riprogettate, e una maggiore potenza.

PARTIAMO DAL FONDO Partiamo dal motore. Il 12 vilindri di 6,5 litri con dispositivo di disattivazione dei cilindri ha ora 40 cavalli in più, 740 in totale: permette di raggiungere i 350 km/h e i 100 km/h da fermi in 2,9 secondi. Ottiene questo risultato grazie a un'ottimizzazione dei sistemi di fasatura e di aspirazione variabili VVT (Variable Valve Timing) e VIS (Variable Intake System). Il regime massimo è stato poi innalzato di 150 giri/minuto, da 8.350 a 8.500 rpm. Abbinato al motore è ancora il cambio robotizzato a 7 marce ISR (Independent Shifting Rod), che agisce in 50 millisecondi.

4 RUOTE STERZANTI Più importante, dal punto di vista tecnico, è il sistema a 4 ruote sterzanti, che rende la nuova Lamborghini Aventador S più agile a bassa andatura e più stabile in velocità. Funziona grazie all'integrazione di due diversi sistemi: lo sterzo dinamico Lamborghini Dynamic Steering (LDS) e il Lamborghini Rear-wheel Steering (LRS). Nel guidato le ruote posteriori sterzano al contrario delle anteriori (in gergo si dice in controfase), per ottenere una riduzione virtuale del passo e consentire di curvare con un minor angolo volante. In velocità le ruote posteriori sterzano nella stessa direzione delle anteriori (in fase) ottenendo un allungamento virtuale del passo e quindi una maggiore stabilità.

NUOVO ASSETTO Tutti questi sistemi hanno imposto una profonda revisione della geometria delle sospensioni e dell'assetto, che ora prevede nuovi cinematismi dello schema push-rod, diverse molle al posteriore e un inedito sistema di regolazione in tempo reale degli ammortizzatori a controllo elettromagnetico Lamborghini Magneto-rheological Suspension (LMS). Ovviamente questi cambiamenti hanno imposto di adeguare anche le logiche di funzionamento della trazione integrale e dei controlli elettronici della dinamica di guida, che ora prevedono una modalità in più rispetto alle già note Strada, Sport e Corsa.

COME TU MI VUOI La nuova driving mode si chiama Ego e permette di personalizzare separatamente trazione, sterzata e sospensioni scegliendo tra i settaggi delle impostazioni Strada, Sport e Corsa. La modalità Strada privilegia comfort e stabilità, con una ripartizione della coppia 40/60 tra anteriore e posteriore. La modalità Sport permette di trasferire coppia fino al 90% sul retrotreno ed è regolata per favorire sovrasterzi facili da gestire. La modalità Corsa è orientata alla massima efficacia, con un maggiore intervento della sterzata in controfase sul veloce e una ripartizione massima di 20/80 tra fronte e retro, per un comportamento più neutro.

GIOCA COL VENTO Aggiornamenti importanti anche per quanto riguarda l'aerodinamica. La deportanza sull'assale anteriore è aumentata del 130% rispetto alla Aventador Coupé; l'efficienza generale a deportanza massima è migliorata di oltre il 50% e addirittura del 400% quando l'ala posteriore è regolata per offrire la resistenza minima. Traguardi importanti ottenuti attraverso uno splitter anteriore più lungo; un nuovo diffusore con alette longitudinali che ne migliorano l'efficienza e prese d'aria ai lati del muso che riducono le turbolenze nei vani ruota anteriori e guidano i flussi d'aria verso la coda.

QUANTO COSTA? Naturalmente, al di là delle novità tecniche, la Aventador è personalizzabile nei minimi dettagli e certamente gli acquirenti non rinunceranno all'optional Lamborghini Telemetry System, per memorizzare i tempi sul giro in pista e i dati di ogni tragitto. Le consegne della Lamborghini Aventador S cominceranno nella primavera del 2017, per i fortunati che l'avranno ordinata al prezzo di 281.555 euro... IVA esclusa.


TAGS: assetto dati aerodinamica caratteristiche dotazioni nuova lamborghini aventador lamborghini aventador s notità 4 ruote sterzanti