Incentivi 2021 Regione Lombardia: come accedere, come funziona
Ecoincentivi

Lombardia, al via il bonus 2021 per auto e moto (elettriche)


Avatar di Claudio Todeschini , il 01/03/21

9 mesi fa - Incentivi 2021 Regione Lombardia: come accedere, come funziona

La guida completa agli incentivi di Regione Lombardia per l’acquisto di auto e moto elettriche, ibride, plug-in, GPL e metano. Tutti i link utili

Come anticipato nelle scorse settimane, parte oggi il contributo per il 2021 stanziato da Regione Lombardia per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale. Vediamo in dettaglio come funziona.

PER I CONCESSIONARI

Mercato auto, il 2021 parte male Mercato auto, il 2021 parte male

I concessionari interessati a partecipare al bando devono presentare apposita domanda registrandosi sulla piattaforma dei bandi online di Regione Lombardia, inserendo i propri dati anagrafici, l’indirizzo PEC e il codice di attività ATECO (45.11.01, 45.11.02, 45.40.11 e 45.40.12), oltre al conto corrente su cui la regione verserà il rimborso richiesto. Una volta ottenuta l’autorizzazione, i concessionari possono prenotare e richiedere i rimborsi tramite il portale della regione Lombardia, esclusivamente per la vendita a cittadini lombardi di autovetture di categoria M1 a zero o bassissime emissioni, oppure ciclomotori o motoveicoli solo elettrici.

CHI ADERISCE I concessionari, quindi, devono aderire esplicitamente ai bonus, e hanno tempo fino a mezzogiorno del 31 dicembre per iscriversi. Sul sito di Regione Lombardia verrà pubblicato, e aggiornato di volta in volta, l’elenco dei concessionari che aderiscono al bonus. L’elenco si trova a questo indirizzo (formato PDF).

PER I CITTADINI

Lombardia, incentivi regionali in arrivo Lombardia, incentivi regionali in arrivo

I cittadini possono registrare la loro domanda di partecipazione al bando a partire dalle ore 10:00 del primo marzo 2021. Anche per loro, la procedura prevede di collegarsi sulla pagina dei bandi online utilizzando le credenziali di accesso di SPID, CNS o CIE (rispettivamente identità elettronica, carta nazionale dei servizi o carta d’identità elettronica). 

DOVE FARE DOMANDA La domanda può essere presentata collegandosi a questo indirizzo, dove si trovano anche tutti i documenti e l’elenco dei concessionari abilitati.

Una volta registrata la domanda, ci si può recare da un venditore abilitato e procedere all’acquisto di un veicolo a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione o immatricolato in data successiva al 1° gennaio 2020. Non accedono al contributo gli acquisti effettuati prima del primo marzo 2021.

COME FUNZIONA IL BONUS

Il contributo di Regione Lombardia viene scontato direttamente in fattura dal venditore o dal concessionario, che riceverà poi il rimborso da Regione come indicato in precedenza. Il contributo deve essere prenotato dal  concessionario prima dell’acquisto del veicolo da parte del cittadino, nel momento in cui la sua domanda viene presa in carico dal venditore. L’importo viene poi scalato da un contatore visibile sulla piattaforma Bandi online da parte del venditore in fase di prenotazione del contributo.

VEDI ANCHE



Incentivi auto 2021, via alle prenotazioni Incentivi auto 2021, via alle prenotazioni

LA PROCEDURA PASSO PASSO La procedura non è semplicissima, ed è facile confondersi. Ecco come funziona, in pratica:

  • Il cittadino fa richiesta della domanda sul portale di Regione Lombardia
  • Il cittadino va in concessionaria per l’acquisto dell’auto
  • Il concessionario (abilitato) verifica la disponibilità di fondi sul portale dedicato ai venditori
  • Se ci sono ancora fondi, il concessionario prenota una richiesta di rimborso
  • Il cittadino procede all’acquisto, con lo sconto previsto dal bonus
  • Il concessionario si fa rimborsare da Regione Lombardia

FONDI STANZIATI Per il 2021 i fondi stanziati ammontano a 18 mila euro, cifra che verrà messa a disposizione in egual misura anche il prossimo anno. L’assegnazione del contributo è in ordine di presentazione (telematica) della domanda. Lo sportello per le richieste di contributi rimane aperto fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

CUMULABILI Gli incentivi di Regione Lombardia sono cumulabili con gli ecoincentivi messi a disposizione del governo, di cui trovate maggiori informazioni nel nostro approfondimento.

QUALI VEICOLI HANNO DIRITTO AL BONUS

Si può richiedere il bonus regionale per veicoli a basso impatto ambientale, ossia:

- autovettura (di categoria M1) a basso impatto ambientale, di nuova immatricolazione o già immatricolate successivamente al 1° gennaio 2020, intestata ad una casa costruttrice di veicoli o a un venditore/concessionario. L’obbligo di rottamazione non si applica nel caso di acquisto di veicoli elettrici puri o a idrogeno, ma il contributo massimo è dimezzato
- ciclomotore o motoveicolo elettrico, che deve essere immatricolato per la prima volta in Italia. La radiazione deve essere successiva alla data di approvazione del bando attuativo e deve avvenire attraverso il venditore/concessionario abilitato, dove si acquista. L’intestazione del veicolo radiato deve essere antecedente al 1° gennaio 2020. 

PROPRIETÀ La proprietà del veicolo acquistato deve essere mantenuta per almeno 24 mesi successivi all’intestazione del beneficiario del veicolo. Ogni cittadino può presentare una sola domanda di contributo.

INCENTIVI PER AUTOVEICOLI

Incentivi 2021 Regione Lombardia, per auto e moto pulite Incentivi 2021 Regione Lombardia, per auto e moto pulite

Gli incentivi sono disponibili SOLO in caso di rottamazione di un veicolo inquinante M1 (benzina fino a euro 2 incluso e/o diesel fino a euro 5 incluso) o per esportazione all’estero (solo per diesel euro 5). L’unico caso in cui si può accedere al contributo - dimezzato - senza rottamazione è per l’acquisto di auto elettriche o a idrogeno.

8.000 euro per auto a zero emissioni (es. elettrica pura o idrogeno); 4.000 euro (senza rottamazione)
5.000 euro per auto con emissioni di CO2 ≤60 g/km e NOx ≤ 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride)
4.000 euro per auto di CO2 ≤60 g/km e con NOx ≤ 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel)
– 3.000 euro con emissioni 60 < CO2 ≤ 110 g/km e con NOx ≤ 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel)
– 3.000 euro con emissioni 110 < CO2 ≤ 145 g/km e con NOx ≤ 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride)
– 2.000 euro con emissioni 110 < CO 2≤145 g/km e con NOx ≤ 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel)

Oltre all’incentivo regionale, dalla fattura del venditore/concessionario dev’essere previsto anche uno sconto di almeno il 12% sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali, o di almeno 2.000 euro in caso di auto a zero emissioni. La rottamazione è a carico del venditore.

INCENTIVI PER CICLOMOTORI E MOTOVEICOLI

Per questa tipologia di mezzi sono stati stanziati 1,8 milioni di euro fino a, 30 giugno, sia per il 2021 che per il 2022. L’incentivo si applica nel caso di acquisto di veicoli di categoria L (motoveicoli e ciclomotori) elettrici, con o senza rottamazione di auto benzina Euro 2 o diesel Euro 5, o motoveicoli Euro 2. Nella fattispecie:

– 3.000 euro max (30% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di rottamazione auto;
– 2.000 euro max (20% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di rottamazione moto;
– 1.000 euro max (10% di sconto sul prezzo base di acquisto) senza rottamazione

Oltre all’incentivo regionale, dalla fattura dev’essere detratto dal venditore/concessionario uno sconto di almeno il 7% sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali. La rottamazione è a carico del venditore.


Pubblicato da Claudio Todeschini, 01/03/2021
Vedi anche
Logo MotorBox