Autore:
Marco Congiu

RAGIONATA Downsizing è una delle parole cardine del mondo dell'auto. Nell'ultimo periodo, giocando con le pressioni di sovralimentazione, capita spesso di vedere motori di piccola cilindrata e dal frazionamento ridotto raggiungere potenze importanti, superiori alle unità più blasonate e grandi. Esempio che ricalca questo ragionamento è senza dubbio il Ford Ranger 2019, restyling del pick-up 4X4 che la casa americana ha destinato al mercato europeo. Ma il motore non è la sola novità: ecco come cambia.

PICCOLO MA POTENTE Addio, sotto il cofano, al motore Diesel V6 TDCi da 3.2 litri, sostituito da una più moderna unità a gasolio 4 cilindri turbo da 2.0 litri, capace tuttavia di erogare 13 CV di potenza in più rispetto al passato, con consumi addirittura inferiori. Potenza massima di 213 CV per 500 Nm di coppia massima e consumi dichiarati dalla casa di 9,2 l/100 km per il Ford Ranger 2019.

PER CHI SI ACCONTENTA Il motore EcoBlue da 2.0 litri, tuttavia, si presenta anche con potenze più contenute: da 130 o 170 CV, a scelta del cliente. Due le opzioni per la trasmissione: cambio automatico a 10 rapporti firmato ZF, già visto sulla Ford Mustang, oppure cambio manuale a 6 marce.

GLI EFFETTI DEI NUOVI PROPULSORI Rispetto ai propulsori equivalenti disponibili sul modello precedente, le sperimentazioni condotte da Ford su un ciclo di guida reale, indicano che le nuove motorizzazioni consentono di ridurre i consumi di carburante fino al 9% nel caso del Ranger con trasmissione automatica a 10 rapporti e fino al 4% per le versioni con cambio manuale.

COME CAMBIA Novità di peso anche per quanto riguarda gli assistenti alla sicurezza. Il Ford Ranger 2019 è infatti il primo pick-up ad offrire di serie il sistema di pre-collision assist con pedestrian detection ed Intelligent Speed Limiter, collegato a un sistema di riconoscimento dei segnali stradali.

SYNC 3 A BORDO A ciò si aggiunge una telecamera frontale per il riconoscimento dei segnali stradali, l'active park assist, il mantenimento attivo della corsia, i sensori di parcheggio, retrocamera e cruise adattivo. Anche a livello di infotainment il nuovo Ford Ranger detta legge grazie al sistema Sync3 con schermo touch a colori da 8 pollici, compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay.

SILENZIO ELETTRONICO Per il massimo comfort, le versioni Double Cab e quelle equipaggiate con motorizzazioni più potenti saranno dotate della tecnologia Active Noise Control, che riduce il rumore tramite un sistema elettronico che emette onde sonore in controfase. I modelli Wildtrak e Limited introdurranno poi alcuni accorgimenti premium, tra cui l’Easy-lift Tailgate: un sistema che sfrutta molle e ammortizzatori pneumatici per rendere la ribaltina leggerissima da sollevare e frenarne la discesa.

COMANDI A DISTANZA Il modem integrato FordPass Connect fornisce ai passeggeri un hotspot wi-fi capace di supportare contemporaneamente fino a 10 dispositivi e fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui: Vehicle Status che fornisce da remoto informazioni relative ai livelli di carburante, dell’olio e del sistema antifurto; Vehicle Locator per ritrovare il proprio veicolo nei grandi parcheggi; Door Lock Unlock che permette al guidatore di consentire via internet l'accesso al pick-up.

CON QUESTA, RIMORCHI! Quando citi il Ford Ranger, citi uno dei pick-up più performanti in fuoristrada della casa di Dearborn. Il guado di corsi d'acqua è possibile fino ad una profondità massima di 80 cm, con angolo d'attacco di 29° e 21° di uscita. La capacità di traino è di 3.500 kg e la capacità di carico raggiunge i 1.252 kg. I prezzi non sono ancora stati comunicati.


TAGS: ford ranger ford ranger