Effetto coronavirus: cala l'inquinamento anche in Italia
Coronavirus

Inquinamento in calo: effetto del coronavirus e della zona rossa


Avatar di Claudio Todeschini , il 13/03/20

1 anno fa - Effetto coronavirus: cala l'inquinamento anche in Italia

Il mese di febbraio e i primi giorni di marzo hanno registrato un importante calo delle emissioni inquinanti. Le immagini dal satellite

MESE ECCEZIONALE Dopo un mese di bel tempo, e temperature mediamente sopra la norma, quello che ci si aspetta normalmente è un incremento dei livelli di inquinamento un po’ ovunque, in particolare nelle zone più sensibili al problema, come la Pianura Padana. Ma quello che è appena passato è stato tutto fuorché un mese normale, e i risultati non sono da meno.

CALA IL NO2 Le foto diffuse da Santiago Gassò, ricercatore dell’Università di Washington e della NASA, non lasciano adito a dubbi: in Italia, e in particolare nella prima zona rossa, quella che coinvolge la Lombardia e località limitrofe, il livello di inquinamento è calato drasticamente. Una situazione analoga a quella osservata in Cina dopo le restrizioni imposte dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

VEDI ANCHE



L'andamento del NO2 in questo ultimo mese L'andamento del NO2 in questo ultimo mese

IMMAGINI DAL SATELLITE Le immagini pubblicate da Gassò sono prese dal satellite Sentinel 5 del programma Copernicus dell’ESA. I sensori satellitari Tropomi (Tropospheric Monitoring Instrument) hanno rilevato una lenta, ma inesorabile riduzione del biossido di azoto. Il NO2, che nelle immagini è indicato con il colore rosso, è un gas inquinante emesso dai combustibili fossili, in particolare dagli impianti di riscaldamento, dalle combustioni industriali e... indovinate un po’? Dai motori dei veicoli.

LOCKDOWN Il mese di febbraio è stato caldo e asciutto (2,76 gradi in più e 80% di piogge in meno rispetto alla media storica), ma la chiusura delle scuole e di molte attività, imposta dalle misure di queste settimane, hanno logicamente giocato un ruolo chiave nell’andamento che si vede dalle immagini satellitari. Scuole e uffici chiusi significano riscaldamenti spenti, ma anche molto meno traffico per accompagnare i figli a scuola. E con il lockdown in vigore in questi giorni, c’è da star sicuri che i livelli di inquinamento caleranno ancora. Consoliamoci, è una delle poche note positive di questa assurda vicenda...


Pubblicato da Claudio Todeschini, 13/03/2020
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox