Bugatti W16 Mistral: scheda tecnica, motore e prezzo
Novità auto

Bugatti W16 Mistral: inno all'eleganza e alla potenza


Avatar di Dario Paolo Botta , il 22/08/22

1 mese fa - Bugatti W16 Mistral: la Casa francese omaggia il suo storico 16 cilindri

Si chiude l'era del mitico 16 cilindri Bugatti. Per onorarlo la Casa di Molsheim ha realizzato una super-spyder dal look estremo

Come ben sappiamo, l'era del portentoso W16 Bugatti sta volgendo (purtroppo) al termine. Questo maestoso propulsore ha equipaggiato tutti i modelli di Molsheim sin dal debutto della Veyron, datato 2005. Ciononostante, il sedici cilindri Volkswagen potrà ancora dire la sua a bordo di nuova Bugatti W16 Mistral. La Mistral nasce essenzialmente sulla meccanica di base dalla Chiron e sfrutta una monoscocca in fibra di carbonio riprogettata per le esigenze di questa elegantissima super-spyder. Il motore è lo stesso della Chiron SuperSport (qui l'ultima SuperSport300+): un 8 litri quadriturbo W16 in grado di sviluppare 1.600 CV di potenza.

Bugatti W16 Mistral: posteriore Bugatti W16 Mistral: posteriore

MOTORE DA ANNALI Il W16 è abbinato a un cambio doppia frizione sette rapporti, che consente alla Mistral di toccare una velocità di punta di 420 km/h. Ma non è tutto! L’obiettivo di Bugatti è quello di aggiudicarsi il titolo di roadster più veloce del mondo. Un record che al momento è detenuto dall’americana Hennessey Venom GT con i suoi 427 km/h (qui il nostro approfondimento su nuova Hennessey Venom F5 Roadster). Per fare ciò, i tecnici Bugatti hanno riconfigurato il pacchetto aerodinamico e il sistema di raffreddamento dell’auto. Esteticamente Bugatti W16 Mistral presenta molti punti di contatto con Chiron. Le differenze principali sono all’anteriore: il frontale è più tagliente e affusolato, con la classica griglia a ferro di cavallo ingigantita per convogliare meglio l'aria verso i radiatori. Inediti anche i proiettori LED a lamelle orizzontali e le luci posteriori che si intersecano formando una ''X'' piuttosto vistosa (qualcosa di simile lo si era visto su Bugatti Bolide).

VEDI ANCHE



Bugatti W16 Mistral: l'abitacolo Bugatti W16 Mistral: l'abitacolo

ESCLUSIVA Nonostante i cambiamenti al corpo vettura, il layout generale dell’abitacolo è rimasto molto simile a quello di Bugatti Chiron. Leva del cambio (con inserti in ambra trasparente) in posizione rialzata e ampio ''ponte'' verticale in fibra di carbonio che ospita i comandi fisici. Nel complesso, il ''cockpit'' di Bugatti W16 Mistral rimane in gran parte privo di schermi digitali. Come da tradizione, i clienti possono attingere a una vasta gamma di finiture interne e opzioni di rivestimento, tra cui: titanio, fibra di carbonio e alluminio. Bugatti W16 Mistral sarà prodotta in un numero limitato di esemplari, solo 99 unità usciranno infatti dai cancelli di Molsheim. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 5 milioni di euro, con i primi esemplari in arrivo nel 2024.


Pubblicato da Dario Paolo Botta, 22/08/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox