Autore:
Lorenzo Centenari

DATEMI UNA EMME Non di sola potenza vivono le auto sportive. Leggerezza, aerodinamica e messa a punto del telaio nutrono la guida tanto quanto un pasto a base di cavalli vapore. La BMW M Performance Parts Concept, in anteprima al Goodwood Festival of Speed, conserva sia l'aspetto, sia il cuore della comune M2. L'upgrade risiede nei dettagli: appendici e materiali speciali ne fanno un'auto da corsa in piena regola.

PROVA COSTUME La piattaforma di partenza è dunque la BMW Serie 2 Coupé nella sua veste più violenta, vale a dire l'edizione che adotta il 3 litri turbo 6 cilindri in linea da 370 cv. La M Performance Parts è in sostanza un'M2 messa a stecchetto, oltre che perfezionata in nome della penetrazione dell'aria. Il risparmio di peso oltrepassa quota 60 kg, per un totale che ora ammonta a poco più di 1,4 tonnellate.

ORO GELIDO A BMW M Performance Parts Concept è stata imposta una cura dimagrante a base di fibra di carbonio (griglia, cofano, prese d'aria inferiori, tettuccio, portellone, diffusore posteriore). Anche l'occhio vuole la sua parte, e così l'esemplare in esposizione monta cerchi ruota da 19 pollici M Performance con razze in Frozen Gold, la stessa sfumatura che avvolge il Doppio Rene BMW e che disegna sulla fiancata inquietanti geometrie.

PERFORMANCE? Saliamo a bordo. Sedili sportivi in fibra di carbonio (come la leva del cambio) con rivestimento in Alcantara e cuciture color oro (al pari del volante M Performance). Ultraleggeri anche i sedili posteriori, accessorio che contribuisce alla riduzione delle masse nella misura di 13 kg. BMW si è sin qui rifiutata di comunicare le prestazioni (sul giro). Sappiamo però che il telaio è ribassato di 20 mm, e che le sospensioni hanno un range di 16 regolazioni...


TAGS: bmw bmw motorsport bmw m2 Festival of Speed di Goodwood bmw m2 performance parts