Pubblicato il 06/11/20

AUTO VERDE Sostenibilità. È questa la parola d’ordine che guiderà la strategia di Bentley per i prossimi dieci anni, e idealmente per tutti quelli a seguire. Lo ha dichiarato senza mezzi termini l’Amministratore Delegato Adrian Hallmark, nel corso della lunga conferenza stampa online che si è tenuta ieri. La casa inglese specializzata in vetture sportive di lusso, che dal 1998 fa parte del gruppo Volkswagen, ha spiegato come si svilupperà il piano Beyond100 (letteralmente “oltre 100”, con riferimento ai cent’anni di vita di Bentley, festeggiati lo scorso anno).

Beyond100: il logo Bentley

EMISSIONI ZERO Il primo passo è rendere Bentley un’azienda “carbon neutral”, ossia a impatto ambientale zero, lungo tutto il processo produttivo entro il 2030. L’obiettivo è che ogni singolo aspetto della produzione aziendale, compresa la filiera di fornitori, non dovrà generare inquinanti per il pianeta. La prima tappa intermedia prevede di ridurre l’impatto ambientale delle sue aziende del 75% entro il 2025, a partire dall’eliminazione completa della plastica

Beyond100, la strategia green di Bentley

SOLO PHEV ENTRO IL 2026 Per quanto riguarda la gamma di modelli, a partire dal prossimo anno inizierà una vera e propria offensiva elettrica, che porterà la casa ad avere a listino solo PHEV (ibride plug-in) e BEV (elettriche al 100%). Attualmente l’unico modello plug-in del listino Bentley è il SUV Bentayga. Nel 2021 la casa di Crewe conta di presentare altri due modelli plug-in, mentre la prima Bentley elettrica sarà in vendita nel 2025. L’obiettivo è arrivare, nel 2026, ad avere solo PHEV e BEV a listino. Quattro anni dopo, nel 2030, la casa venderà solo auto elettriche. Prima che vi scandalizziate, la casa inglese ha dichiarato che più della metà dei suoi clienti sta chiedendo a gran voce, da diverso tempo, “quand’è che arriva una Bentley elettrica”?

Beyond100: la nuova Bentley Bacalar

LE DICHIARAZIONIFin dalla sua fondazione, nel 1919, Bentley ha definito il concetto di gran turismo di lusso. Fa parte del nostro DNA essere sempre all’avanguardia, e in prima linea nella ricerca di un continuo progresso”, ha commentato Adrian Hallmark, amministratore delegato di Bentley Motors. “Continueremo a innovare, a re-inventare il nostro modo di lavorare. Nel giro di dieci anni Bentley passerà dall’essere una casa produttrice vecchia di cent’anni a diventare il punto di riferimento mondiale nel settore delle auto di lusso”.

Beyond100: la prima Bentley del 1919

NON SOLO PER LEGGE Il piano Beyond100 e la forte svolta green, sottolinea Hallmark, nasce per diversi motivi: c’è quello meramente pratico/legale, con le richieste da parte dei governi e dell’Europa di ridurre le emissioni inquinanti dei veicoli di nuova immatricolazione, e che da un certo punto di vista impone una strategia di questo tipo. C’è poi, naturalmente, la volontà di fare la propria parte per ridurre l’inquinamento, a prescindere dalle leggi e dalle norme in vigore. C’è anche, ed è un aspetto molto importante, la consapevolezza che la gente - e quindi anche i potenziali clienti Bentley - è e sarà sempre più attenta alle problematiche ambientali, e nella scelta di brand sostenibili.


TAGS: bentley plug-in bev auto elettrica phev green economy sostenibilità Beyond100