Aston Martin Valkyrie Spider scheda, interni, prezzo
Hypercar

Aston Martin Valkyrie Spider: la F1 stradale perde la testa


Avatar di Emanuele Colombo , il 13/08/21

1 mese fa - L'Aston Martin Valkyrie Spider debutta a Pebble Beach. Com'è fatta

Perde il tetto, sì, ma cos'altro cambia tra la Aston Martin Valkyrie e la nuova Aston Martin Valkyrie Spider?

Cosa ci può essere di meglio che guidare una hypercar progettata per portare su strada le emozioni di una monoposto di Formula 1? Ma è chiaro, farlo a cielo aperto. Ed ecco che Aston Martin al Concorso di Eleganza di Pebble Beach ha tolto i veli dalla sua nuovissima Aston Martin Valkyrie Spider. realizzata con il contributo di Red Bull Advanced Technologies (RBAT).

Aston Martin Valkyrie Spider, vista dall'alto Aston Martin Valkyrie Spider, vista dall'alto

I NUMERI DELLA VALKYRIE SPIDER Invariato, rispetto alla coupé. il motore V12 ibrido da 6,5 litri, 1.155 CV e capace di raggiungere lo straordinario regime di 11.000 giri (chissà che concerto nelle gallerie!). La struttura in fibra di carbonio ha invece richiesto una revisione, mente l'aerodinamica attiva e le componenti a controllo elettronico dello chassis sono state ricalibrate. Oltre 1.400 kg di downforce a 240 km/h sono il frutto delle enormi canalizzazionmi che, nel sottoscocca, alimentano l'estrattore posteriore per sfruttare l'effetto Venturi, senza bisogno di ali troppo evidenti. L'aumento di peso rispetto alla coupé viene definito ''marginale'' e la Valkyrie Spider si dice capace di raggiungere una velocità massima di oltre 330 km/h con il tetto rimosso o 350 km/h abbondanti con l'hard top in fibra di carbonio in posizione.

VEDI ANCHE



Accanto all'Aston Martin Valkyrie, ecco la Spider: le porte ad ala di gabbiano diventano a forbice Accanto all'Aston Martin Valkyrie, ecco la Spider: le porte ad ala di gabbiano diventano a forbice

LE SFIDE SECONDO ADRIAN NEWEY “Fin dall'inizio del progetto Aston Martin Valkyrie siamo stati guidati da obiettivi rigorosi che andavano ben oltre qualsiasi precedente auto da strada e la Valkyrie Spider porta lo stesso ethos nella categoria delle hypercar a cabina aperta'', dice Adrian Newey, Chief Technical Officer di Red Bull Racing. ''Quello che vedete è un semplice pannello del tetto rimovibile, ma la sfida di rimanere fedele al concetto Valkyrie era tutt'altro. Il mantenimento delle prestazioni aerodinamiche con il tetto rimosso era di importanza fondamentale, mantenendo al minimo assoluto gli inevitabili aumenti di peso e massimizzando il divertimento per il guidatore”.

Aston Martin Valkyrie Spider, vista laterale Aston Martin Valkyrie Spider, vista laterale

ABITACOLO DA F1 Non cambia l'interno, con una cabina focalizzata sul conducente e che richiama il mondo della Formula 1. Il sedile del pilota è quasi centrale e le gambe sono molto in alto rispetto alle anche, propri ocome sulle monoposto. Non mancano cinture di sicruezza a 6 punti, una retrocamera per le manovre (coadiuvata dai sensori di parcheggio su entrambi i fronti). Le portiere? Mancando il tetto a cui incernierarle, non sono più del tipo ad ala di gabbiano, ma a forbice e si aprono con un movimento verso l'alto e in avanti.

Aston Martin Valkyrie Spider, vista frontale Aston Martin Valkyrie Spider, vista frontale

IL PREZZO? UN MISTERO A seguito di una domanda che l'Azienda definisce ''senza precedenti'', gli 85 esemplari della Valkyrie Spider sarebbero già quasi tutti aggiudicati e le prime consegne sono previste per il secondo semestre del 2022. Ma del prezzo, per ora, non si fa menzione. Valkyrie Spider sarà in mostra al Concours d'Elegance di Pebble Beach a Monterey, California fino al 15 agosto 2021, e sarà visibile solo su invito. Chissà che qualche fortunato non lasci sfuggire in Rete qualche succosa informazione in più.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 13/08/2021

Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox