News

Mazda3 1.6 diesel e 1.4 benzina


Avatar di Mario Cornicchia , il 14/02/04

17 anni fa -

Due motori e la gamma è completa. Diesel millesei, per andare incontro al 75% del mercato. E un millequattro a benzina di buon carattere e dal prezzo contenuto.

NASONE Sul piano estetico, la Mazda 3 ha un carattere piuttosto forte, un po’ sportiva e un po’ aggressiva. Il frontale, con lo squadrato nasone Mazda, non è forse il suo lato migliore mentre la coda ha una personalità, piaccia o meno, che distingue la 3 dalle altre cinque porte, con la parte centrale che fa pensare all’addome di un apone.

GRINTA

L’interno è un buon compromesso tra gadget da ragazzini, come i led che si attivano quando si regola il volume dello stereo, rigore teutonico, nelle linee tese della consolle centrale, e grinta sportiva, come i tre strumenti circolari annegati in fondo a tre palpebre separate color alluminio. La sensazione percepita è di buona qualità ogni volta che si ha modo di aprire, di attivare, regolare, chiudere.

DUE MOTORI

Anche l’occhio ha la sua parte con materiali ben selezionati e i sedili si rivelano comodi e duri al punto giusto per sorreggere a lungo anche le schiene delicate, con il sedile di guida regolabile in altezza e il volante regolabile in altezza e profondità su tutte le versioni. Qualità venduta a buon prezzo, un prezzo da categoria inferiore. Arrivano ora due motori che mancavano, l’irrinunciabile diesel e un piccolo benzina per i budget limitati.

A GASOLIO

Se il mercato a cui la Mazda 3 appartiene è fatto al 75% di motori diesel, il nuovo motore sarà il cavallo di battaglia. A ragion veduta: è un millesei common rail da 109 cavalli (80kW), con 240Nm di coppia massima a 1750 giri di famiglia, frutto dell’accordo Ford – PSA (Peugeot-Citroen), famiglia fortunata di motori. A ragion veduta poiché i 1600cc sembrano essere di più.

QUANTO BASTA

Silenzioso anche dall’esterno il diesel della Mazda 3 è piacevole a tutti i regimi e si comporta bene in ogni situazione, con una spinta piacevolmente sostenuta e senza esitazioni fino a 4000 giri. Brillante, rotondo nel funzionamento, elastico e potente quanto basta per muovere la Mazda 3 con agilità e senza stress per chi sta al volante.

ANORESSICA

Il buon cambio a cinque marce, a prova di errore, contribuisce al piacere di guida. I consumi dichiarati, poi, si prestano a far felice il portafogli e meno il benzinaio di fiducia: la media combinata è di 20 km/litro e anche in città la Mazda 3 1.6 CD riesce a percorrere, così dice Mazda, più di 16 km per litro di gasolio. Mica male per una berlinetta cinque porte lunga 442 centimetri.

ZAVORRATA

Soddisfacente anche per chi ama la guida brillante, con 182 km/h di velocità massima e 11,5 secondi per raggiungere i 100 km/h partendo da fermi. Il motore a gasolio non rovina l’ottimo equilibrio della Mazda 3, ben piantata a terra come se avesse zavorre pronte a contrastare forze centrifuga e centripeta. Soltanto il servosterzo elettroidraulico, ben tarato nella guida sul misto veloce, sembra un poco indeciso in velocità al primo tocco.

LISTINO

I prezzi, anche per la versione a gasolio della Mazda 3 sono molto interessanti: la versione base, con Abs, airbag frontali e laterali, alzacristalli elettrici anteriori, autoradio e chiusura con telecomando, costa 17.600 euro e la Touring, con climatizzatore, alzacristalli elettrici posteriori, volante rivestito in pelle con comandi audio, costa 18.300 euro. Niente male se si pensa che una Golf 1.9 TDI Trendline, meno dotata di una Mazda 3 1.6 D Touring, costa circa 4000 euro di più! Peccato che la Mazda 3 si accontenti del bollino ecologico Euro 3 e non adotti di serie il filtro antiparticolato che farebbe un gran bene ad evitare lo spargimento di polveri sottili.

DYNAMIC

L’assetto della Mazda 3 è davvero ben progettato e ben tarato ma c’è chi vorrebbe anche un sistema elettronico di controllo della stabilità per eventuali manovre di emergenza. Da maggio sarà disponibile la versione Dynamic, dotata di DSC, cerchi in lega da 16 pollici, fendinebbia, computer di bordo e climatizzatore automatico. 19.880 euro per la 1.6 diesel e 17.880 per la 1.6 a benzina.

CUCCIOLO

Il piccolo di famiglia, il nuovo 1400 a benzina, non è la scelta povera. È la scelta economica, con prezzi da 14.320 euro per la base, unico allestimento disponibile a cui si può aggiungere il climatizzatore manuale per 500 euro. Ma per nulla povera. 1400 che sembrano 1600, i cc della Mazda 3 1.4 si comportano sempre bene, con 84 cavalli a disposizione e 122Nm a 4000 giri.

BUDGET PICCOLO Il 1.4 soffre un poco soltanto sui salitoni autostradali a pieno carico. È sufficientemente silenzioso e ha una erogazione quasi da motore a gasolio, con una bella spinta regolare ai bassi regimi che inizia a spegnersi dopo i 4000 giri. Una scelta intelligente per rendere la guida fluida e facile ed evitare l’effetto micromotore. Una scelta intelligente per chi ha un budget piccolo e vuole una macchina grande.


Pubblicato da M.A. Corniche, 14/02/2004
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox