Viste da dentro

500L Trekking vs C4 Picasso vs Golf Sportsvan: l'abitabilità


Avatar di Andrea  Rapelli , il 20/02/15

6 anni fa - Le monovolume nel loro regno: la praticità

Certo, lo stile è importante. Trattandosi di monovolume, però, è vitale sapere come sono dentro Fiat 500L Trekking, Citroën C4 Picasso e Volkswagen Golf Sportsvan

Benvenuto nello Speciale 500L TREKKING VS C4 PICASSO VS GOLF SPORTSVAN, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario 500L TREKKING VS C4 PICASSO VS GOLF SPORTSVAN qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

ABITIAMOLE Certo, lo stile è importante. Trattandosi di monovolume, però, è vitale sapere come sono dentro. Se trovano posto bimbi, passeggini, bagagli per le ferie estive. Se, insomma, ci sta proprio tutto ciò che serve a giustificare l'acquisto di un'auto del genere.

GRANDEUR FRANCESE E allora partiamo dalla prima, la migliore senza mezze misure: la Citroën C4 Picasso (443x183x161 cm). Che, come da tradizione del Double Chevron, vince grazie a sedili posteriori singoli e scorrevoli, grande disponibilità di centimetri in tutti i sensi, bagagliaio da 537 a 1.750 litri, pavimento piatto come un tavolo da biliardo e tanti gadget utili come tavolini estraibili, tendine parasole e bocchette clima dedicate a chi siede dietro. Completano il ricco piatto della francese finiture ineccepibili, strumentazione raffinata – si può persino scegliere fra due temi, uno dal gusto retrò, l'altro più moderno – e un design curato, che pare più un loft arredato piuttosto che un abitacolo automobilistico. Un difetto? I comandi del clima, delegati allo schermo centrale touch da 7”, richiedono un certo periodo di apprendistato.

VEDI ANCHE



ITALIA CON STILE Pur essendo la più piccola del gruppo, la Fiat 500L Trekking riesce a sfruttare molto bene i suoi 427 centimetri di lunghezza, sia nel vano di carico (412-1.480 litri) sia nell'abitabilità, anche grazie al divano scorrevole diviso in due pezzi. Che, fra l'altro, è stato rialzato rispetto ai sedili anteriori: così, a chi siede dietro sembrerà di essere al cinema, con una visione privilegiata della strada. Peccato solo per la finitura, un gradino sotto le rivali. E per il sistema multimediale Uconnect, veloce nel ragionamento ma penalizzato dal display più piccino del trio. Discorso a parte per l'impianto audio Beats, di serie, con 6 altoparlanti più un subwoofer nel bagagliaio, al posto della ruota di scorta. Il sound, anche per merito dell'amplificatore a 8 canali, è davvero cristallino, anche alzando il volume.

GERMANIA DI QUALITA' La Volkswagen Golf Sportsvan (434x181x158 cm) ha l'impostazione più classica del gruppo: la plancia e i comandi sono facilmente “interpretabili” anche da chi è a digiuno di Golf e il design fa di tutto per rassicurare, così come le regolazioni del posto guida. Della partita sono anche un bagagliaio capiente (500-1.520 litri) con botola per il passaggio di oggetti lunghi, la finitura eccellente e sedili dall'imbottitura sostenuta, che potrebbero però far storcere un po' il naso a qualcuno. Dietro, volendo, si sta bene anche in tre ma il tunnel centrale, ingombrante, disturba i piedi di un eventuale terzo passeggero. Comodi, invece, i tavolini estraibili con portabicchiere integrato. Infine, la Volkswagen è quella che vanta il miglior sistema d'infotainment, il navigatore Discover Pro: veloce, pratico e di una chiarezza esemplare, ha lettore DVD, presa usb e schermo capacitivo da 8”. Un optional che costa oltre 1.700 euro, sia chiaro, ma si tratta di soldi ben spesi.


Pubblicato da Andrea Rapelli, 20/02/2015
Gallery
500L Trekking vs C4 Picasso vs Golf Sportsvan
Logo MotorBox