Autore:
Emanuele Colombo

PARENTE DELL'AUTO Una tonnellata di portata, 3,3 metri quadri di piano di carico: queste le credenziali del nuovo Citroen Berlingo Van 2019, oggetto della nostra prova su strada. Numeri a parte, realizzare veicoli commerciali che abbiano buone doti di carico non è difficile. Il difficile, semmai, è renderli sicuri e confortevoli come le auto normali. In questo caso, viene da dire che la casa francese abbia avuto gioco facile, vista la parentela tra il Berlingo Van con la Citroen Berlingo: un modello che abbiamo già avuto modo di apprezzare in altra occasione (qui l'articolo).

LA MISSION Potenza delle sinergie? Ma gioco facile in che senso? Già, perché qui non si capisce se sia nato prima l'uovo o la gallina: se sia il Van derivato dalla berlina o il contrario. Fatto sta che, per l'occasione, ci siamo inventati una commissione tipica per un veicolo come il Berlingo Van. Primo appuntamento, ritiro di un collo da 60 kg a Bologna, con relativo imballaggio. Ma prima...

LA PROVA CITTÀ Ritiro il Berlingo e attraverso Milano. Prima tappa, la redazione, dove mi fermo per la giornata. Seconda tappa, San Donato Milanese. Sfrutto il percorso per valutare il Berlingo Van nel traffico urbano e la prima impressione, certamente gradevole, è di trovarsi su qualcosa di molto vicino a un'automobile, come comfort e facilità di guida.

Citroen Berlingo Van: lo schermo dell'infotainment

INFOTAINMENT DI LIVELLO La seduta è alta e panoramica, stile Suv; il volante è verticale e regolabile. I comandi sono quelli che mi aspetto da un'automobile, compreso il grande display touch a centro plancia per comandare un infotainment assai completo nelle funzioni. Non manca la compatibilità con Apple Carplay e Android Auto. Mancano, invece, alcune finiture che impreziosiscono il Berlingo da famiglia, ma l'ambiente, anche su questo Van, rimane gradevole.

L'ABITACOLO I posti sono tre, disposti in unica fila. L'unico difetto è che chi siede al centro ha poco spazio per le gambe. Interessante, comunque, la possibilità di ribaltare lo schienale centrale, che nasconde un tavolinetto orientabile per chi dovrà lavorare a bordo; e quella di sollevare la seduta del passeggero più a destra: sotto di essa vi è un ampio pozzetto, utile per riporre gli utensili o le cinghie per il fissaggio del trasporto. Lo schienale di destra, poi, si può reclinare per aprire un passaggio che collega l'abitacolo al vano posteriore e ampliare la lunghezza di carico fino a 1,81 metri.

LA VISUALE Mi guardo attorno. Il particolare taglio dei finestrini, che si restringono verso la coda del furgone, sulle prime dà l'impressione di limitare la visuale, ma è solo un effetto momentaneo: i grandi specchi laterali hanno un ampio campo visivo e in loro aiuto viene un trucco hi-tech davvero furbo.

Citroen Berlingo Van: lo specchio retrovisore elettronico

SPECCHIETTO MAGICO In luogo del retrovisore centrale, che non potrebbe funzionare visto il vano di carico cieco, ho due telecamere collegate a un display digitale: posto proprio dove mi aspetto di trovare lo specchietto. Funziona bene, mi dà le tipiche funzioni di una telecamera di retromarcia e, in più, mi consente di scegliere l'inquadratura per ottenere una visuale posteriore centrata o puntare alla corsia di destra, per agevolare il rientro dopo i sorpassi. Passare da una vista all'altra è facile e immediato: basta premere un pulsante sulla cima del comando delle frecce.

QUESTIONE COMFORT Nel traffico di Milano il Citroen Berlingo Van è perfettamente a suo agio. Lo sterzo non è dei più diretti, rispetto a quelli delle auto, ma la guida rimane spigliata. Piace la precisione della leva cambio e ancora di più la generosità del motore, che complice le prime due marce piuttosto corte non si fa mai sentire vuoto sotto al piede. Anche la rumorosità è contenuta, nonostante il cassone faccia l'effetto di una cassa di risonanza e accentui un pochino la rombosità del millesei diesel da 100 CV.

I CONSUMI URBANI L'unica pecca è l'assetto un po' rigido: una conseguenza delle sospensioni da carico, quindi rinforzate rispetto agli ammortizzatori standard. Anche i freni danno l'impressione di essere rinforzati e offrono un feeling eccellente al pedale: tanto per potenza quanto per modulabilità. Consumi? In questa prima tranche della mia prova, in contesto urbano e trafficato e senza carico, il computer di bordo registra 15,1 km/l, pari a 6,6 l/100 km.

Citroen Berlingo Van: i comandi del Cruise Control, utile in autostrada

IN AUTOSTRADA L'indomani faccio rotta verso Bologna e imbocco la A1. Subito apprezzo la funzionalità dello specchietto retrovisore elettronico che ho descritto poco fa. Ci vuole poco a raggiungere le massime velocità consentite dal codice e il sistema di riconoscimento dei segnali stradali mi mette al riparo da equivoci, salvandomi dal rischio autovelox. Non mancano i dispositivi di sicurezza che mi aspetto dalle berline di ultima generazione, come il mantenimento di corsia (disattivabile con un pulsante sulla plancia) e l'allarme per il rischio collisione. Manca solo il cruise control adattivo: quello del Berlingo Van non tiene la distanza. I consumi? 17,2 km/l, pari a 5,8 l/100 km.

LA PROVA DI CARICO Arrivo a destinazione. Un muletto provvede a caricare nel cassone un pallet di legno di circa un metro cubo: sul solido piano di carico in PVC c'è spazio in abbondanza. Passando un po' dalle due portiere posteriori a battente (con apertura di 180°), un po' dal portellone laterale scorrevole fisso il pallet con delle funi ai ganci di ancoraggio, che forse vorrei più numerosi e collocati anche vicino al soffitto. L'indicatore di sovraccarico di serie mi metterebbe al riparo da un carico eccessivo anche se non è il mio caso, visto che oggi il mio trasporto raggiunge sì e no i 70 kg.

CONSUMI, PREZZI, ACCESSORI Riparto subito per Milano, dove arrivo dopo un viaggio lunghetto ma per nulla stancante. Ormai è buio e noto che l'illuminazione nel cassone è solo sul lato destro, lo stesso del portellone scorrevole: il lato sinistro del piano di carico è in ombra. Con l'aiuto di due mani amiche scarico il mio pallet e torno al computer di bordo per verificare i consumi medi della mia due giorni: 16,3 km/l, pari a 6,1 l/100 km, niente male! Il prezzo, per il mio Berlingo, è di 21.860 euro iva esclusa, di cui 3.930 di accessori: di seguito il dettaglio delle dotazioni a richiesta.

 

Pack Look

150 euro

Pack Vano di Carico Plus

140 euro

Pianale di carico antiscivolo 9 mm

280 euro

Pack Connectivity Plus

900 euro

Pack Parking Plus

700 euro

Ruota di scorta omogenea

150 euro

Airbag Laterali conducente e passeggero

500 euro

Keyless Access

565 euro

Pack Safety Plus

545 euro

 

 


TAGS: citroën citroen berlingo van