Autore:
Michele Losito

SCOOTER QUADRO Stanchi dei soliti scooter? Eccovi serviti: un nuovo marchio italiano è in predicato di dire qualcosa di veramente nuovo, in grado di risvegliare l'interesse di tutti. L'attesa, oltretutto, è stata ampiamente ripagata, perché la Quadro Tecnologie, il nuovo marchio nato da un'idea della famiglia Marabese e dal'incontro fra diversi investitori, è stato in grado di mostrare due vere novità di sicuro interesse.

3D E 4D E qualcosa di interessante lo dicono sicuramente il Quadro 3D e il Quadro 4D, i due nuovi scooter che puntano tutto su un innovativo sistema di basculamento delle ruote applicato nel primo caso a un tre ruote e nel secondo a un quattro ruote. Si tratta di due modelli che si inseriscono in un mercato inaugurato da Piaggio con l'MP3 e che, partendo da un concetto similare, lo sviluppano puntando sulla semplicità e sulla praticità d'uso. D'altro canto Marabese Design è l'azienda che alla fine degli anni 90 aveva pronto il veicolo da cui è poi nato proprio l'MP3: nessuno meglio di loro avrebbe potuto sfruttare al meglio il know-how necessario per realizzare un veicolo a tre ruote che dicesse qualcosa di diverso. Mentre l'arrivo del quattro ruote è davvero qualcosa di dirompente per il mercato.

PRIME IMMAGINI Quelle che vi mostriamo sono le prime foto di questi scooter, dove si possono cogliere le linee  stilistiche e avere una piccola anticipazione di cosa sono in grado di fare. A breve vi sapremo dare tutte le informazioni disponibili e sarà possibile dare uno sguardo a cosa sono in grado di fare attraverso un video particolarmente esplicativo. L'appuntamento per toccarli con mano, invece, è al prossimo EICMA di novembre, dove verranno ufficilaizzati prezzi e tempi di consegna. Che, perlomeno per il tre ruote, si preannunciano molto vicini...

CHI C'E' DIETRO Dietro a Quadro Tecnologie, come detto, c'è Marabese Design, un'azienda di progettazione che, in oltre venticinque anni, ha messo la sua firma su alcune delle moto più famose di marchi quali Aprilia, Piaggio, Triumph e Moto Guzzi. È la stessa Marabese ad aver "pensato" a fine Anni 90 il veicolo che poi sarebbe diventato l'MP3, e che da qualche anno ha continuato a studiare e sviluppare il sistema di basculamento delle ruote che ora fa da base per i due scooter Quadro.

COLLABORAZIONI DI PRESTIGIO La nascita di questi nuovi prodotti ha imposto a Quadro Tecnologie una impostazione industriale, perché le caratteristiche dei mezzi e il mercato di riferimento potrebbero far partire le vendite con una certa velocità. Ecco perché il partner produttivo è stato scelto con cura e individuato in Aeon, un produttore taiwanese esperto nella produzione di quad e - in minor misura - di scooter, ma soprattutto già fornitore di una realtà al di sopra di ogni sospetto come Polaris.

POOL DI IMPRENDITORI A dare consistenza al progetto, oltre alla provata serietà della famiglia Marabese, c'è un gruppo di imprenditori lombardi e contatti importanti con investitori istituzionali. La parte commerciale, poi, prevede circa 135 rivenditori provinciali sul territorio nazionale, che con le diverse sedi e la sottorete dovrebbe garantire almeno 400 punti vendita in Italia. Tutto sembra pronto, perciò, per una partenza ragionata del progetto, per il quale gli uomini di Quadro Tecnologie hanno prospettive rosee e candidamente mal celate: per ora si parla di circa 4.500 ordini in cassetto, per un business che si svilupperà per l'85% all'estero, con un 30% di Paesi extra-EU.

IL FUTURO E' GIA' QUI Trattandosi di un marchio italiano, l'augurio è che tutto vada per il meglio e fa piacere sapere anche che non tutta la produzione è stata demandata al Far East. Alcuni accessori, come i freni per esempio, arrivano da aziende europee, mentre il sistema brevettato per il basculamento delle ruote verrà prodotto in Italia. Quadro Tecnologie è poi in contatto con diverse realtà interessate a veicoli particolari come il 3D e il 4D, prima di tutti il campo militare. Ma il futuro è anche elettrico e l'azienda lombarda ha già in programma delle versioni completamente elettriche dei suoi scooter, che verranno realizzati in collaborazione con un'altra azienda nota del settore come Oxygen.