Autore:
Andrea Rapelli

TERRA SPLENDIDA La Sicilia – lo dice uno che lì si è sposato – è una terra splendida. Per il mare, il cibo, le tradizioni. Ma anche per le moto: guardare questa BMW R65 Mad Max by Delux Motorycles per conferma.

PAZZA PASSIONE Una special che nasce dalla passione di due amici di Palermo. Gabriel e Luca hanno voluto trasformare una R65 di sesta mano del 1983 con soli 45.000 km, trovata in un vecchio fienile nelle campagne siciliane, e ridarle nuova linfa vitale.

INFLUENZE Una moto araba, bizantina, barocca e normanna insieme. Ruvida come il suo serbatoio cilindrico e non verniciato, come il suo sellino in cuoio by Bernardi dall'aspetto minimalista, che non avrebbe sfigurato sulla bici di Gino Bartali. E infatti, i ragazzi siciliani volevano proprio un aspetto da bicicletta, per la Mad Max.

ADD LIGHTNESS Volevano che fosse snella e piuttosto leggera, priva di inutili orpelli. E così è stato: guardate, per conferma, i due cilindroni del Boxer (unico elemento originale rimasto insieme al telaio) che contrastano con l'affilato serbatoio, lungo 60 cm, ricavato da un tubo dell'acquedotto.

MIX TRADIZIONALE Lo scarico, invece, è composto da pezzi di vecchie Fiat saldati assieme. Dal mondo dell'auto arriva anche uno dei pochi elementi... elettrici della R65 Mad Max: il faro anteriore, con lente gialla, proveniente da una Jeep degli Anni '90. Riviste, infine, le sospensioni. Un miscuglio di elementi e tradizioni che poteva nascere, ne sono quasi certo, solo in Sicilia.


TAGS: BMW R65 Mad Max Deluxe Motorcycles bmw special