Autore:
Giulio Scrinzi

DUE GALLI IN UN POLLAIO La stagione 2018 di Formula 1 sarà la terza di fila in cui Daniel Ricciardo e Max Verstappen condivideranno il proprio box nel team Red Bull. Ma mentre il primo è al suo ultimo anno di contratto con il reparto corse di Milton Keynes e deve dimostrare il proprio valore contro i migliori della categoria, il secondo è ancora in crescita e ha di fronte a sé un futuro da possibile Campione del Mondo visto il suo cristallino talento di guida. Per questi motivi i due, nella squadra austriaca, si ritrovano praticamente uno contro l'altro, e questo è stato sottolineato l'anno scorso quando sono arrivati in più di un'occasione ai ferri corti. Un esempio? Quello che è successo nelle prime fasi del GP d'Ungheria, quando Verstappen ha centrato Ricciardo poche curve dopo il via scatenando successivamente l'ira dell'australiano nei suoi confronti.

TESTA A TESTA Nel 2018, quindi, i due si troveranno di nuovo uno contro l'altro, anche se solo uno, alla fine, uscirà vincitore. In ogni caso, per Daniel il tempo stringe e se vuole proseguire la sua scalata al successo nella massima serie automobilistica non dovrà fare altro che... “battere Max! Lo conosce, e sa che dovrà dare il massimo per farlo”, questo è quanto ha affermato Mark Webber, ex pilota Red Bull in un'intervista a motorsport.com. “Dovrà riuscirci per almeno cinque o sei mesi e poi guardare a tutte le opzioni che avrà sul suo tavolo. Alla fine non credo che Daniel sia troppo preoccupato del colore della sua vettura. Penso che lui voglia solo vincere. E' ciò che mira a fare. E' difficile farlo con costanza, ma lui ha tutte le capacità di farlo. Deve però trovare un team che gli dia questa opportunità. Se sarà la Red Bull? In questo caso non ci saranno problemi, perchè lui è cresciuto proprio grazie alla loro Academy”.


TAGS: formula 1 red bull racing f1 max verstappen daniel ricciardo f1 2018 formula 1 2018 daniel ricciardo 2018 red bull racing 2018 max verstappen 2018