Autore:
Lorenzo Centenari

CHIEDI E TI SARÁ DATO Si abbatte sulla rete l'uragano Model 3. Talmente attesa, la Tesla "per il popolo", da aver scatenato non da ieri un social-polverone quasi senza precedenti. Chi nei forum ne tesse le lodi, chi invece la critica, come accaduto di recente in merito a un pacchetto di accessori non esattamente identico alle fotografie ufficiali. Poi c'è chi, vinta la timidezza, bussa al profilo Twitter di Elon Musk per chiedergli modifiche o aggiornamenti di ogni genere. Senza farsi pregare, Musk risponde. Ascolta i suggerimenti, e promette di intervenire. Sui social, sembra quasi una persona umile. Ecco sei promesse che Mr Tesla ha ultimamente stretto col suo pubblico, e delle quali (vedi gallery) alleghiamo la testimonianza originale.

TESLA-CAPRICCI Un cliente chiede a Musk di aggiungere all'equipaggiamento Model 3 l'optional del volante che si riscalda automaticamente non appena si sale a bordo. Capriccio accontentato. Un altro, che ogni comando del programma di infotainment possa essere impresso anche attraverso la voce, e non solo smanettando sul display (esigenti, i Tesla-fun...). Sarà fatto, digita sulla sua tastiera il Ceo. Due proposte distinte interessano invece i tergicristalli: da una parte, c'è chi propone un sistema che movimenti le spazzole solo dopo che il proprietario è montato sul sedile, così da risparmiargli fastidiosi schizzi mentre spalanca la portiera. Dall'altra, chi chiede semplicemente di perfezionare il software che regola la velocità del tergi in funzione dell'intensità di pioggia. In entrambi i casi, Musk prende nota e riferisce ai suoi. Una videocamera che prende a registrare non appena l'auto accusa un guasto? Non c'è che da chiedere, risponde il manager.

ELETTRO DRIVE-IN Ma la riflessione forse più originale non interessa un optional di bordo, bensì un servizio complementare e necessario come la ricarica delle batterie. La scorsa settimana, Elon Musk aveva espresso l'intenzione di attrezzare una stazione di ricarica a Los Angeles alla stregua di un drive-in vecchia maniera, con tanto di punto ristoro Tesla, e di cameriere a scheggiare sui pattini avanti e indietro dal bancone ai finestrini delle Model 3 ferme alla "pompa". Un fan incoraggia allora Musk a percorrere la strada, e lancia l'idea di incentivare la sosta ai Tesla charging point con la distribuzione di "premi digitali". Nascerebbe così una nuova forma di "turismo da ricarica", sostiene entuasiasta l'utente. La risposta? Sounds cool, will do. Almeno a parole, chi è più generoso di Elon Musk? 


TAGS: tesla model 3 tesla model 3 prezzo tesla model 3 ricarica tesla model 3 interni Tesla Model 3 autonomia Tesla Model 3 consegne Tesla Model 3 equipaggiamento Tesla Model 3 optional Tesla Model 3 caratteristiche Tesla Model 3 Elon Musk Tesla Model 3 dimensioni Tesla Model 3 volante Tesla Model 3 charging station Tesla Model 3 tergicristalli Tesla Model 3 comandi vocali Tesla Model 3 tecnologia Tesla Model 3 allestimento