Autore:
Giulia Fermani

L'ELETTRICA IN CARNE E OSSA A pochi giorni dal misunderstanding con i primi clienti della Model 3, che lamentavano l’assenza del tetto in alcantara in realtà mai dichiarato né in brochure, né sul sito web ufficiale (questa la difesa messa in atto dalla casa di Palo Alto), Tesla ha annunciato l’arrivo in concessionaria della nuova arrivata nella famiglia di Model S e Model X. L'elettrica "economica" di Elon Musk, finora acquistabile solo a scatola chiusa, è finalmente visibile dal vivo in alcune concessionarie della California. Unica clausola: si può solo guardare, non sono concessi test drive. 

VEDERE PRIMA DI ACQUISTARE A fare da apripista sarà, ovviamente, la California, dove Tesla Model 3 per la prima volta si mostra al grande pubblico in tre Centri Commerciali di Palo Alto e Los Angeles. La presentazione pubblica della Model 3 avviene a seguito di un evento esclusivo aperto solo ai proprietari di una Tesla, alcuni dei quali hanno preso visione dal vivo per la prima volta del Modello 3. L'esemplare apripista della novità, esposto al Centro Commerciale di Stanford, è una versione premium da 50.000 dollari, con tanto di batteria opzionale che alza l'asticella dell'autonomia dichiarata da 210 miglia (circa 338 km) a 310 miglia (circa 499km)

PROMESSE DA MARINAIO O VERITA'? La domanda sorge spontanea: rimarrà un unicum o diventerà un’abitudine per Tesla consentire al pubblico di conoscere di persona le auto prima di acquistarle? Un portavoce assicura che le Tesla diventeranno ospiti fisse negli showroom in tutti gli Stati Uniti e che le Model 3 saranno presto disponibili anche anche per i test drive. 

 

 


TAGS: tesla tesla model x elon musk tesla model s tesla model 3