Autore:
Emanuele Colombo

MERITA UN PREMIO Nanoslide è uno dei segreti delle imbattibili Mercedes di Formula 1 e il team di ingegneri che l'ha sviluppato, formato da Patrick Izquierdo (Daimler AG), Manuel Michel (Daimler AG) e Bernd Zapf (Gebr. Heller Maschinenfabrik GmbH) è stato appena nominato per il premio Deutscher Zukunftspreis: il massimo riconoscimento tedesco all'innovazione. Di che cosa si tratta?

DI CHE SI TRATTA Nanoslide è un procedimento economico per ridurre gli attriti del motore, applicato alle superfici interne dei cilindri di alluminio. Dimezza le perdite per attrito e i consumi di oltre il 3 per cento: sia nelle auto diesel sia in quelle a benzina. Tale beneficio si ottiene anche perché i motori trattati con Nanoslide non hanno bisogno di rivestimenti interni in ghisa, risultando in tal modo più leggeri e compatti.

DOVE SI TROVA Tutelata da oltre 40 brevetti, la tecnologia Nanoslide è stata lanciata nel 2013 da Mercedes-Benz nei V6 turbo a benzina e diesel. Oggi la troviamo sui più recenti motori a quattro e otto cilindri di Mercedes-AMG e, come dicevamo, persino nel V6 turbo delle Formula 1 di Rosberg e Hamilton, che al momento occupano i primi due posti nella classifica piloti.


TAGS: Mercedes Formula 1 deutsche zukunftspreis nanoslide