Autore:
Luca Cereda

BOOSTED E’ la solita Tesla Model S, se ci si limita a guardarla. Al volante, però, c’è una sostanziale differenza. Grazie a una batteria da 100 kWh, la Tesla Model S P100D – ricordatevi di specificarlo se la ordinate – accelera da 0 a 60 miglia orarie in 2,5 secondi. E nello sparo, ha poche rivali.

NELL’OLIMPO DELLE SCATTISTE C’è chi sa fare di meglio, certo. Ma per fermare il cronometro un istante prima dovreste buttarvi su auto molto – ma moolto – più costose. Due nomi? Porsche 918 Spyder e Ferrari LaFerrari. La Tesla Model S P100D, invece, possono comprarla anche gli umani. Ed è un auto con bagagliaio e spazio per la famiglia.

PIU’ AUTONOMIA Va precisato che il crono dello 0-60, come specifica la stessa Tesla, è un dato dichiarato. E corrisponde al valore che Elon Musk e i suoi si aspettano spremendo al massimo le prestazioni della Model S più potente, ovviamente viaggiando in Ludicrous Mode. La nuova batteria aumenta anche l’autonomia, che arriva a 613 km dichiarati nel ciclo europeo,  ed è disponibile anche per il suv di Tesla, la Model X, che in versione P100D fa 0-60 km/h in 2,9 secondi.

QUANTO COSTA L’UPGRADE I clienti che hanno ordinato una Tesla Model S 90D Ludicrous, la versione un gradino sotto nel listino, passare tranquillamente alla P100D. L’upgrade di batteria costa 10.000 dollari se l’auto non è ancora stata consegnata, il doppio (20.000) se Tesla dovrà invece accollarsi lo smaltimento della vecchia batteria da 90 kWh.


TAGS: elon musk tesla model s tesla model s p100d ludicrous mode